NewsTecnologia

Zerophone: ecco il nuovo telefono basato su Linux e senza alcuna scocca per i veri Nerd

Non può essere considerato uno smartphone perché non fa le foto o non ha un aspetto premium ma di fatto può essere riparato direttamente dall’utente che potrà anche modificare le sue funzionalità agendo direttamente sul codice grazie all’utilizzo del software open source Linux. Parliamo chiaramente del nuovo Zerophone, un dispositivo portatile, costruito praticamente con una scheda Rasperry Pi e che permetterà di far “giocare” ogni Nerd amante della telefonia spendendo solamente 50 dollari ossia poco più di 40 euro.

Zerophone è un progetto presentato su Crowd Supply, la piattaforma che aiuta la raccolta fondi per progetti ancora in fase di sviluppo che sono in cerca appunto di sovvenzioni. Come spiega il suo creatore “Lo ZeroPhone è user-friendly e avrà le funzioni tipiche di un telefono, ma permetterà di ampliarlo con funzionalità avanzate quando l’utente ne avrà bisogno”. L’idea è quella di realizzare un telefono intorno ad una scheda Raspberry Pi a cui si accompagnano un modulo WiFi e un microcontroller Arduino.

A livello tecnico però ci si deve accontentare di uno schermo Oled da 1,3 pollici con risoluzione di appena 128×64 pixel. Così come la connettività che al momento del lancio supporterà soltanto le SIM 2G, mentre l’accesso alle reti 3G e 4G sarà disponibile in seguito. Chiaramente quello che sarà possibile fare con questo Zerophone è nella fantasia degli utenti più nerd che potranno anche cimentarsi nell’aggiunta di una fotocamera Pi da 5 o 8 megapixel o magari anche un ricevitore a infrarossi, un modulo GPS o addirittura lo slot per l’espansione della memoria con schede MicroSD.