NewsTecnologia

Windows 95 compie 22 anni ed è ancora oggi vivo e vegeto

Il 24 agosto 1995 Microsoft rilasciava Windows 95 al pubblico, attimo importantissimo per il colosso di Redmond. Il marketing del nuovo prodotto si concentrava sul Menu Start, a tal punto che la compagnia aveva deciso di investire 3 milioni di dollari solo per avere la licenza d’uso di Start Me Up dei Rolling Stones per la campagna mediatica. Windows 95 veniva promosso come un punto di non ritorno da cui gli utenti non sarebbero più riusciti a tornare indietro. E così è stato.

Il livello di innovazione portato nell’industria e il grosso impegno pubblicitario hanno reso Windows 95 un prodotto commerciale di immediato successo. Nel primo anno sono state commercializzate 40 milioni di copie, per un prodotto che ha dettato il modo in cui si sarebbe evoluta l’informatica negli anni a venire. Con il Menu Start si introduceva un metodo di interfacciamento che gli utenti non vogliono più abbandonare per soluzioni più moderne.

La compagnia aveva introdotto un nuovo modo di vedere il Menu con Windows 8, ma gli utenti hanno richiesto a gran voce il vecchio stile a tal punto da costringere Microsoft a reinserirlo sull’edizione successiva, Windows 10. Nonostante ciò è senza dubbio curioso che Windows 95 viene ancora utilizzato in alcuni ambiti, e appare ancora più curioso che fra questi ambiti c’è anche quello militare americano, che in alcuni sistemi utilizza ancora il vecchio SO.

Il che è assurdo se si considera che Windows 95 non ha più alcun supporto ufficiale dalla fine del 2001, e probabilmente nel suo codice ci sono centinaia di falle di sicurezza che potrebbero essere sfruttate con estrema semplicità. Uno studio condotto pochi mesi fa riportato da Softpedia ha messo in evidenza che “il 75% circa dei dispositivi di controllo utilizzati dal Pentagono si basa su Windows XP o su altri sistemi operativi non supportati”.

Il portavoce che ha confermato l’informazione ha anche ammesso che: “Molti di questi usano ancora Windows 95 e Windows 98, e questo non è un problema se non sono connessi ad internet”. Ancora oggi la presenza di Windows 95 è evidente online, con pagine Reddit dedicate e gente che continua a parlarne. E c’è anche chi lo usa come base d’esperimento per progetti piuttosto coraggiosi, come può esserlo inserire il vecchio sistema operativo su uno smartwatch.

Certo è che per gli utenti moderni Windows 95, dopo solamente 22 anni, è un dinosauro e non ha più speranze di essere confrontato con i corrispettivi moderni. Appartiene alla preistoria del computer per le masse, che magari oggi ricordiamo con nostalgia, ma che all’epoca era lungi dall’essere perfetta e conduceva a molti più turpiloqui e grattacapi rispetto ai software odierni