NewsTecnologia

Windows 10 October 2020 Update, Microsoft ufficializza i problemi noti e le feature rimosse

Nessuna sorpresa per quanto riguarda i problemi noti di Windows 10 20H2, noto anche come Windows 10 October 2020 Update, che è stato rilasciato nel corso della serata di martedì. Microsoft ha aggiornato tutta la documentazione di supporto disponibile sul sito ufficiale, e la pagina dei problemi noti indica gli stessi che erano già presenti su Windows 10 20H1 (o 2004, per l’esattezza).

Di seguito riportiamo quanto presente al momento in cui scriviamo:

  • Errors or issues during or after updating devices with certain Conexant audio drivers
    Devices with affected Conexant or Synaptics audio drivers might receive a stop error with a blue screen.
  • Errors or issues during or after updating devices with Conexant ISST audio drivers
    Devices with affected Conexant ISST audio drivers might receive an error or have issues with Windows 10, version 2004.

Windows 10 20H2 è di base identico alla versione 2004 rilasciata nella prima metà dell’anno. Rispetto a quest’ultimo è solo un pacchetto di abilitazione, che per l’appunto abilita alcune feature presenti ma non attivate sulla versione 2004. Fra le novità abbiamo Edge su base Chromium installato nativamente, un nuovo Menu Start con colori più “eleganti” e meno appariscenti, e altre novità minori. Se volete sapere come installare subito Windows 10 20H2 senza aspettare il roll-out potete scoprirlo cliccando sul link.

Funzionalità deprecate o rimosse su Windows 10 20H2

Microsoft ha aggiornato anche l’elenco di funzionalità deprecate o rimosse su Windows 10, a partire dalla versione 20H2. Non ci sono feature deprecate, con l’ultima versione, ma è stato rimosso il servizio MBAE di metadati. Anche in questo caso non ci sono sorprese eclatanti.