NewsTecnologia

WhatsApp: ”Attenti alle versioni modificate! Installate espongono i messaggi in chiaro agli hacker”

WhatsApp, l’applicazione di messaggistica più famosa ma anche più utilizzata al mondo, avverte sulla pericolosità delle versioni ”modificate” che da tempo circolano in rete e che permettono agli utenti di avere maggiori funzionalità rispetto a quelle normali. Maggiori potenzialità ma a discapito della loro sicurezza e soprattutto della sicurezza dei dati sensibili che potrebbero essere facilmente messi in chiaro agli hacker o da abili truffatori.

WhatsApp: attenti alle versioni ”mod”. Mettono in chiaro i messaggi

L’allarme arriva da alcuni utenti ma anche dalla società stessa. In particolare un utente della community di WABetaInfo, che conosciamo per la mole di informazioni che solitamente rendere pubbliche proprio nei confronti delle novità riguardanti WhatsApp, ha esternato il fatto che gli sviluppatori che creano un ”Mod” ossia una versione modificata di WhatsApp da installare ed usare sullo smartphone potrà poi facilmente effettuare operazioni sugli smartphone dove installata l’app. In parole povere le applicazioni modificate di WhatsApp rendono sì in termini di maggiori funzionalità per l’utente ma quest’ultimo potrebbe essere ignaro del fatto che gli stessi sviluppatori possono entrare in contatto con i messaggi ancora prima dell’utente.

Chiaramente non tutti gli sviluppatori realizzano modifiche all’app di WhatsApp permettendo a quest’ultima di agire malevolmente nei confronti dell’ignaro utente. Molte modifiche risultano trasparenti e permettono in modo efficace di avere migliorie come le spunte blu personalizzate o ancora gruppi con numeri di utenti maggiori al solito. Ci sono però ”Mod” che possono creare un ponte dei messaggi tra lo sviluppatore e l’applicazione che dunque potrebbe vedere in chiaro tutti i testi dei messaggi scambiati con i contatti. E sappiamo che il corpo di un messaggio su WhatsApp non sempre risulta innocuo visto che molti scambiano anche dati personali di accesso.

Il consiglio dunque è quello di usare sempre e comunque le applicazioni ufficiali scaricate dallo store di Google o anche dal sito ufficiale di WhatsApp. Le ”Mod” non hanno mai la sicurezza di essere veramente trasparenti e ora che la piattaforma dovrebbe divenire unica sia per Facebook che per Instagram con maggiori funzionalità è chiaro che forse sia meglio lasciar perdere le app modificate e stare tranquilli con quelle ufficiali anche se meno personalizzabili.