NewsTecnologia

Wear OS accoglie il suo più grande aggiornamento: la fusione con Tizen

Durante il keynote di presentazione del Google I/O ’21, il colosso di Mountain View ha speso qualche parola anche per Wear OS, annunciando quello che si prospetta essere il più grande aggiornamento di sempre per il sistema operativo progettato per smartwatch.

Ecco dunque che Wear OS incontra Tizen in un’autentica “fusione” tra i due software. Il tutto avverrà grazie a una collaborazione tra Google e Samsung, quest’ultima già partner del progetto Wear OS al fianco di altri produttori hardware. Grandi novità non solo in merito alla gestione del software, ma anche per quanto concerne le funzionalità a cui gli utenti avranno accesso.

Wear OS + Tizen: grandi novità per i dispositivi indossabili

Un’unica piattaforma che riunisce le migliori funzionalità di Galaxy Watch e quelle offerte dai device Wear OS. È questo l’obiettivo comune di Samsung e Google, che annunciano così la partnership che promette di rivoluzionare l’intero settore dei device wearable. Sarà comunque Wear OS a rappresentare questa fusione: accoglierà la tecnologia Tizen e le relative funzionalità, ma preserverà, almeno a una prima occhiata, l’estetica e gran parte delle feature già disponibili nel sistema operativo di Mountain View.

samsung google

Le due aziende ci parlanodi un’inedita esperienza consumer, di un più ampio supporto alle applicazioni tramite aggiornamenti e integrazioni più efficienti e, infine, una migliore gestione dell’autonomia. Non solo, ma è previsto anche un incremento generale delle performance: le app dell’OS ibrido si avvieranno il 30% più velocemente, mentre le interazioni con l’interfaccia risulteranno più fluide e istantanee.

Il prossimo modello di Galaxy Watch sarà uno dei primi device ad accogliere il nuovo Wear OS, a detta della stessa Samsung – che tuttavia non ha rivelato ulteriori dettagli sul nuovo smartwatch.

Nel frattempo, Björn Kilburn di Google ha annunciato le prime novità che troveremo sul sistema operativo. Ci saranno delle inedite shortcut per il passaggio da un’app all’altra: basterà effettuare un doppio tap sullo schermo del dispositivo per tornare all’ultima app utilizzata; abbiamo colto quest’occasione per dare una prima occhiata all’interfaccia, che mette in evidenza uno schema input basato su due pulsanti virtuali. Ci sono novità anche per le tile, ovvero i widget offerti da Wear OS, che si espandono abbracciando nuove app – una di queste sarà Calm.

google wear os app

Google ha inoltre annunciato una seconda collaborazione, quella con Fitbit, che porterà ulteriori novità indirizzate a Wear OS. Neanche qui si entra troppo nel dettaglio, ma James Park – amministratore delegato di Fitbit – dichiara che le “feature più popolari” della sua compagnia arriveranno sui device compatibili con il nuovo sistema operativo ibrido. Non solo, ma Park ci anticipa che Fitbit realizzerà smartwatch “premium” che integreranno Wear OS.

Tutte le novità del nuovo Wear OS arriveranno entro la fine del 2021.