VMware e IBM potenziano la collaborazione per espandere l’adozione del cloud ibrido nei settori regolamentati

In occasione di VMware Explore 2022, VMware ha annunciato l’ampliamento della collaborazione con IBM, con l’obiettivo di supportare partner e clienti nell’adozione di modelli di cloud ibrido. Le due multinazionali uniranno le forze per portare sul mercato nuove soluzioni cloud e l’unificare i processi di sviluppo del business e di go-to-market. L’offerta nello specifico, è pensata per le realtà che operano in mercati strettamente regolamentati, come servizi finanziari, medicale, Pubblica Amministrazione.

Con IBM e VMware, le aziende ottengono una combinazione tra innovazione ed esperienza consulenziale, basata su decenni di stretta collaborazione ed esperienza nell’affrontare le sfide aziendali di migliaia di clienti in tutto il mondo”, spiega Mark Lohmeyer, Senior Vice President e General Manager, cloud infrastructure business group, VMware. “La nostra continua collaborazione rende ancora più semplice l’esperienza utente per i clienti che desiderano eseguire carichi di lavoro VMware mission-critical con i livelli superiori di sicurezza, resilienza e supporto nell’assicurare conformità nei settori di industria più regolamentati”.

Più scelta e flessibilità per le aziende con il cloud ibrido

IBMVMWARE

Uno degli obiettivi delle aziende, in particolare quelle di grandi dimensioni, è quello di riprogettare processi, carichi di lavoro e applicazioni per migliorare l’esperienza dei loro utenti finali e per adeguarsi alle normative dello specifico settore in cui operano. La collaborazione fra IBM e VMware è stata estesa per aiutare le imprese in questo percorso, supportandole nella modernizzazione delle applicazioni e dei carichi di lavoro mission-critical, così da contenere i costi di migrazione e ridurre i rischi. 

Nell’ambito della collaborazione, IBM Consulting svolgerà il ruolo di Global System Integrator (GSI) per VMware, fornendo i servizi per migrare e gestire i carichi di lavoro su ambienti multi-cloud ibridi. Il rinnovato accordo prevede anche un’espansione dell’iniziativa congiunta Joint Innovation Fund, lanciata nel 2018 con l’obiettivo di espandere le funzionalità di IBM Cloud e rispondere alle esigenze dei clienti per i carichi di lavoro VMware. Il nuovo accordo espanderà i percorsi di innovazione del Lab per altri tre anni con i finanziamenti per lo sviluppo di prodotti e soluzioni realizzati in collaborazione.

cloud satellite

Infine, IBM e VMware sono al lavoro per rendere disponibile IBM Cloud Satellite su VMware, così da offrire un livello unificato e più sicuro di servizi cloud per i clienti in qualsiasi ambiente, edge incluso. 

Nel mercato odierno, le organizzazioni desiderano modernizzare e trasformare rapidamente le operazioni. Ma la modernizzazione e l’innovazione devono essere realizzate mettendo sempre al centro la sicurezza e la fiducia guadagnata con i clienti”, afferma Howard Boville, Head of IBM Cloud Platform. “Insieme, IBM e VMware supportano i clienti comuni nei settori regolamentati fornendo un servizio congiunto, unico nel settore, per modernizzare e migrare in modo più semplice i propri carichi di lavoro sul cloud ibrido in totale sicurezza, in qualsiasi momento e ovunque desiderino eseguirli”.