NewsTecnologia

Viene dalla vendita di schede GeForce metà del fatturato di NVIDIA

NVIDIA ha annunciato dati per il quarto trimestre del proprio esercizio fiscale 2020, a coprire il periodo da Novembre 2019 a Gennaio 2020, con un risultato in forte crescita rispetto ai 12 mesi precedenti. Il fatturato a toccato quota 3,1 miliardi di dollari, un +41% che è però da leggere alla luce della forte contrazione che NVIDIA aveva registrato nel Q4 dello scorso esercizio fiscale.

Questo ha portato ad un utile operativo di 990 milioni di dollari e un utile netto di ben 950 milioni, con un margine operativo lordo che ha toccato quota 64,9%. Sono tutti indicatori positivi per l’azienda americana, che ha chiuso il trimestre con valori sostanzialmente allineati alle aspettative degli analisti.

Il dato per l’intero esercizio fiscale 2020 vede un calo del fatturato anno su anno del 7%, con un utile netto in contrazione del 32% passando da 4,1 miliardi di dollari a circa 2,8 miliardi. NVIDIA è in salute e continua a macinare utili, ma con una percentuale inferiore a quanto fatto nel precedente esercizio fiscale.

Il dato del quarto trimestre fiscale 2020 deve essere letto pesando il valore dei 12 mesi precedenti; in quel periodo a penalizzare NVIDIA era stato il crollo della domanda di schede video a seguito dello stop del cryptomining. In questo periodo NVIDIA ha totalizzato vendite per circa 1,49 miliardi di dollari riferite a prodotti della famiglia gaming (GeForce), 331 milioni di dollari per il settore Virtualization, 968 milioni per quello delle soluzioni datacenter, 163 milioni per l’ambito auto e 152 milioni per gli altri segmenti di attività.

Circa la metà del fatturato di NVIDIA è quindi dipendente dai prodotti della famiglia GeForce, un trend storico per l’azienda americana ma anche un dato in questo trimestre che è inferiore alle aspettative degli analisti che si attendevano da questi prodotti un fatturato compreso tra 1,6 e 1,75 miliardi di dollari.

Le stime di NVIDIA per i prossimi 3 mesi di attività parlano di un fatturato di 3 miliardi di dollari, con un margine operativo che resterà invariato rispetto ai valori dell’ultimo trimestre ma con un incremento delle spese operative. In questo trimestre ci si attende il debutto delle prime soluzioni della famiglia Ampere, inizialmente dedicate al mondo dei datacenter e solo in seguito anche con declinazioni gaming. Se la storia di NVIDIA degli ultimi anni verrà riproposta vedremo le soluzioni Ampere presentate in occasione della fiera GTC che NVIDIA organizza a San Jose alla fine del mese di marzo: sarà questo un annuncio tecnologico, con disponibilità dei prodotti nei mesi a venire.