NewsTecnologia

Una chiesa trasforma e vende opere come NFT. Il parroco: “Noi prima di Britney Spears”

Arte, tecnologia e fede, un’unione inattesa ma reale nella Chiesa di Santa Maria della Carità. La parrocchia, situata nel centro di Bologna, è la prima realtà religiosa a lanciarsi nel mondo degli NFT. Cavalcare il trend degli NFT e tutto quello che c’è dietro (blockchain e criptovalute) è l’intuizione che sta portando avanti il parroco Davide Baraldi, sicuramente influenzato dell’ascesa del Bitcoin e delle criptovalute in genere, mai come oggi spesso al centro del dibattito pubblico.

Zune

Non sono un nerd, né un hacker o un programmatore ma ho sempre avuto interesse per quello che gli strumenti tecnologici rappresentano come rivoluzione antropologica”, ha spiegato all’ANSA don Davide Baraldi.

Dopo un periodo aureo, il fenomeno degli NFT – come da previsione – si è leggermente assestato negli ultimi due mesi. Ciononostante, continua ad esistere e a ritagliarsi una fetta importante in settori come l’arte e la musica.

Cosa sono e come funzionano gli NFT

Solo pochi mesi fa è stata venduta all’asta un’opera digitale (NFT) dell’artista Beeple a 70 milioni di dollari. Anche persone di rilievo come il patron di Tesla Elon Musk e il fondatore di Twitter Jack Dorsey sono grandi sostenitori degli NFT. Il primo ha creato una canzone techno sotto forma di token non fungibile, mentre il secondo ha venduto il primo tweet della storia per quasi 3 milioni di dollari.

Tornando alla parrocchia, il patrimonio artistico della chiesa è stato digitalizzato, trasformato in NFT e messo in vendita sulla piattaforma Zilliqa. Le opere sono acquistabili in criptovaluta e da aprile ad oggi ci sono già stati i primi acquirenti.

Zune

“Ci siamo perciò attrezzati di competenze e abbiamo creato una collezione di NFT. Abbiamo realizzato tre serie che riprendono le grandi opere della nostra chiesa, rielaborate in grafica digitale da Cristina Gozzi, al fine di proporre un significato fortemente riattualizzato. A queste se ne aggiunge una quarta, grazie alla collaborazione di una giovane disegnatrice, Chiara Marzaduri, per offrire con il suo tratto delicato e fine un’interpretazione dei protagonisti di una comunità cristiana moderna”, ha detto il parroco a Settimana news.

Seguici sul nostro canale Instagram, tante novità in arrivo!