Synology presenta nuovi NAS e server per lo storage: DiskStation DS1522+, RackStation RS822+ e FlashStation FS3410

Synology ha annunciato diversi nuovi NAS destinati alle aziende, sia in formato desktop che in formato rack. Il nuovo DiskStation DS1522+ è un NAS da desktop che offre 5 alloggiamenti, mentre i FlashStation FS3410, RackStation RS822+ e RS822RP+ sono NAS da rack.

Synology DiskStation DS1522+: il NAS a 5 alloggiamenti per l’ufficio (e non solo)

Il nuovo Synology DiskStation DS1522+ è pensato per l’uso all’interno di uffici o abitazioni private e offre 5 alloggiamenti per hard disk o SSD con connessione SATA, assieme a due slot M.2 2280 per SSD NVMe che fungano da cache.

Il dispositivo sfrutta un processore AMD Ryzen R1600 a due core, con una velocità di base di 2,6 GHz e una turbo di 3,1 GHz, accoppiato a 8 GB di memoria DDR4 (espandibili fino a 32 GB), a 4 porte Gigabit Ethernet con port trunking, 2 porte eSATA e 2 porte USB 3.0.

Un fatto da notare è che Synology continua a non offrire connessioni di rete che vadano oltre il Gigabit. La politica dell’azienda è chiara: per avere velocità superiori è necessario acquistare (a caro prezzo) gli adattatori appositi. Il problema di questa politica, però, è che la concorrenza sta andando avanti: QNAP, TerraMaster e ASUSTOR ormai offrono connessioni da almeno 2.5 Gbps su moltissimi prodotti delle rispettive gamme, assieme a CPU più moderne. Rimarrà dunque da vedere se Synology deciderà di adeguarsi all’andamento del mercato o se rimarrà ancorata all’attuale strategia.

Il prezzo ufficiale per l’Italia è di 699 €.

Synology RackStation RS822+ e RS822RP+: i server per lo storage

Sia il Synology RackStation RS822+ sia il RS822RP+ sono NAS da rack (o server per lo storage: le due definizioni hanno molti punti di sovrapposizione) in formato 1U pensati per fornire una piattaforma di archiviazione tanto dei file aziendali, quanto di macchine virtuali e servizi in cloud (come Microsoft 365 e Google Workspace).

I dispositivi offrono un processore AMD Ryzen V1500B quad-core operante a 2,2 GHz e accompagnato da appena 2 GB di RAM DDR4 ECC in formato SODIMM, con un massimo di 32 GB distribuiti su due banchi. Sono presenti quattro alloggiamenti per dischi da 3,5 pollici. Sono poi presenti 4 porte Gigabit Ethernet, due porte USB 3.0 e una porta eSATA.

Ancor più che per il DS1522+, è significativo notare come Synology continui a offrire connettori Gigabit anche in dispositivi destinati ai data center. Resta comunque valida la possibilità di usare schede di espansione per aggiungere connettività 10 GbE.

La differenza fra le due versioni presentate sta nell’alimentazione: il RackStation RS822+ ha un singolo alimentatore, mentre il RackStation RS822RP+ ne offre due, per garantire la ridondanza e il prosieguo delle attività in caso di guasto dell’unità principale.

Synology FlashStation FS3410: l’archiviazione su SSD per i data center

Di fascia ben più alta è il FlashStation FS3410, server per l’archiviazione che, come indica lo stesso nome, sfrutta unità allo stato solido per garantire prestazioni migliori. Si tratta di un’unità 2U in grado di alloggiare fino a 24 SSD da 2,5 pollici per fornire fino a 356.500 IOPS in lettura e 129.400 in scrittura usando il protocollo iSCSI con blocchi random da 4K.

Il server sfrutta un processore Intel Xeon D-1541 a otto core con frequenza operativa di 2,1 GHz e boost a 2,7 GHz, accompagnato da 16 GB di memoria DDR4 ECC espandibile fino a 128 GB su 4 slot. La connettività di rete è affidata a 4 porte Gigabit e 2 porte 10 GbE, tutte con port trunking, ed è presente una porta di rete dedicata per l’amministrazione. Sono inoltre presenti due porte USB 3.0.

Synology indica come ideale l’uso del FlashStation FS3410 quale server di storage per macchine virtuali gestite tramite VMware vSphere, Microsoft Hyper-V, Citrix XenServer e OpenStack Cinder, oltre che container Kubernetes CSI.