NewsTecnologia

Spesa videogiochi in crescita del 40%

Grossa crescita nella spesa per l’acquisto dei videogiochi nella prima metà del 2018. Lo ha rilevato The NPD Group, l’azienda che storicamente si occupa di tracciamento dei dati di vendita per quanto riguarda il Nord America. Nei primi 6 mesi dell’anno, infatti, gli americani hanno speso 19,5 miliardi nell’acquisto di videogiochi.

“La crescita è trasversale rispetto a tutti i segmenti: mobile, console, portatile e PC”, ha affermato Mat Piscatella, analista del settore giochi presso The NPD Group. “L’hardware e gli accessori riflettono una forte performance, ma il segmento in assoluto più performante è quello degli abbonamenti”.

Zune

“Mantengo una prospettiva ottimistica per il resto del 2018, in considerazione soprattutto della scaletta dei rilasci previsti”, continua Piscatella. “Combinato alla spesa per hardware e accessori, il programma di rilasci dovrebbe portare a guadagni percentuali annuali a due cifre per il mercato nel suo complesso”. Piscatella si riferisce principalmente a Red Dead Redemption 2, l’atteso titolo Rockstar su cui ci sono previsioni di guadagno molto importanti.

Complessivamente, la crescita si attesta al 40% rispetto ai primi 6 mesi del 2017. È del 43% se si considera il solo settore dei contenuti, comprendente DLC, abbonamenti e mobile gaming. È naturalmente quest’ultimo il settore che traina maggiormente la crescita con Candy Crush, Far Cry 5, Fortnite, God of War, PlayerUnknown’s Battlegrounds e Roblox che sono i giochi artefici dei maggiori guadagni.