NewsTecnologia

Sony ha acquisito una quota di 250 milioni di dollari di Epic Games, il produttore di Fortnite

Sony ed Epic Games hanno annunciato un investimento di 250 milioni di dollari da parte dell’azienda giapponese, che ora dispone di una quota di minoranza dell’1,4% del gruppo responsabile di Fortnite e Unreal Engine. L’operazione, inoltre, porta la valutazione di mercato di Epic Games a 17,86 miliardi miliardi di dollari.

Epic, che al 40% è controllata dalla cinese Tencent (mentre la quota di maggioranza pari al 50% è nelle mani del suo CEO Tim Sweeney), ha vissuto una crescita considerevole da quando è esploso il fenomeno Fortnite, diventando uno dei più potenti produttori del mondo dei videogiochi.

Fortnite

L’investimento consente alle due società di ampliare il bacino di risorse a loro disposizione al fine di “creare esperienze uniche per consumatori e creatori”, si legge nel comunicato stampa. L’investimento, annunciato all’indomani della partnership che coinvolge Unreal Engine 5 e PlayStation 5, sembra portare a una maggiore integrazione dei prodotti Sony all’interno di Fortnite.

Epic sta infatti provando innovative forme di sponsorizzazione all’interno del suo gioco multiplayer. Ormai da qualche settimana, infatti, in Fortnite l’azione si arresta e tutti possono assistere alla visione di trailer o di interi film. È successo ad esempio nel caso del prossimo film di Christopher Nolan, Tenet, ma è stato possibile anche assistere alla proiezione dell’intero Inception, sempre di Nolan. Per assistere alla proiezione dei film in Fortnite, basta entrare in Party Reale accedendo alla modalità Battaglia Reale e dirigersi al Grande schermo dell’isola. È interessante anche l’implementazione tecnologica di questo “cinema virtuale” mentre continua l’azione multiplayer competitiva.

Sony ha già sfruttato la capacità di Fortnite di ospitare degli spettacoli, come nel caso della spettacolare esibizione che ha visto protagonista il rapper Travis Scott. Il colosso nipponico, infatti, dispone di filiali come Sony Pictures e Sony Music che possono sfruttare in vari modi la popolarità raggiunta da Fortnite.

Poi c’è tutto l’aspetto tecnologico. Sweeney, dopo aver presentato la demo di Unreal Engine 5 in esecuzione su PlayStation 5, ha detto di essere entusiasta di poter sfruttare il potenziale dell’hardware della nuova console, e in primo luogo in abbinamento al suo SSD. “Lavoreremo a stretto contatto a lungo con Sony sullo storage” ha detto.

L’investimento di Sony è minoritario nelle proporzioni ma non nei numeri assoluti rispetto a quello fatto da Tencent nel 2012. Il produttore cinese, infatti, investiva allora 330 milioni di dollari per acquisire il 40% del pacchetto azionario dell’azienda, mentre Sony stanzia adesso 250 milioni per entrare in possesso “solamente” dell’1,4%. Numeri che evidenziano come sia cambiato il ruolo di Epic nel mercato dei videogiochi e impressionano se si riflette sul ruolo che Fortnite vi esercita. E naturalmente non è solo Epic ad essere cambiata drasticamente, ma tutta l’industria dei videogiochi.