NewsTecnologia

Smart Access Memory, AMD collabora con Intel e Nvidia per diffondere la funzionalità

Smart Access Memory (SAM), la funzionalità che consente alle CPU Ryzen 5000 su motherboard serie 500 di accedere all’intera VRAM delle schede Radeon RX serie 6800 e offrire migliori prestazioni di gioco (qui alcuni test), si diffonderà prossimamente anche sulle piattaforme Intel, e non sono perché vi sta lavorando anche Nvidia.

In un’intervista a PCWorld, AMD ha dichiarato che la divisione Radeon sta collaborando con Intel per far sì che gli acquirenti di una RX 6800/6800XT possano abilitare Smart Access Memory anche sulle ultime piattaforme “Core”. La stessa cosa sta succedendo con Nvidia, con gli uomini del team Ryzen che stanno aiutando la divisione GeForce a sfruttare la funzionalità.

Inizialmente AMD aveva parlato di SAM a grandi linee, facendo pensare a una soluzione praticamente esclusiva, ma Nvidia qualche giorno dopo disse che si trattava di una funzionalità insita nella specifica PCI Express (chiamata Resizable BAR) e che l’avrebbe supportata con le GPU GeForce. Secondo AMD, questa funzionalità richiede ottimizzazione e sviluppo, non è un semplice interruttore da spostare nel BIOS, quindi bisognerà vedere quali prestazioni si riusciranno a raggiungere con le soluzioni concorrenti.

“Essendo l’unica azienda che offre CPU e GPU da gaming ad alte prestazioni, AMD si trova in una posizione unica per offrire incredibili esperienze di gioco su PC. Con AMD Smart Access Memory abbiamo progettato, ottimizzato e collaudato la sinergia delle nostre tecnologie hardware e software in tutte le combinazioni di processori Ryzen Serie 5000, schede grafiche Radeon RX Serie 6000, schede madri AMD Serie 500 e gli ultimi driver e BIOS al lancio. Crediamo che questi abbinamenti offrano le massime prestazioni della piattaforma. La Smart Access Memory è costruita sulle caratteristiche dello standard PCIe e degli standard del firmware (Resizable BAR), ed è stata sviluppata attraverso ampie fasi di collaudo e di ottimizzazione della piattaforma. Accogliamo con favore l’opportunità di supportare altri fornitori di hardware nei loro sforzi come parte del nostro costante impegno a utilizzare standard comuni e aperti per migliorare le esperienze di gaming“, ci ha risposto AMD dopo una richiesta di commento.

Ora non resta che attendere le mosse di Intel e Nvidia, e vi ricordiamo che MSI ha già iniziato a distribuire nuovi BIOS con supporto a SAM per le motherboard della serie 500.