NewsTecnologia

Samsung vende meno smartphone nel 2020 ma guadagna il 30% in più. Sorride anche LG

Non è stato un anno semplice per la maggior parte dei settori industriali, tanto meno per il mercato mobile. Nonostante la pandemia abbia influito inizialmente sulla produzione e sul commercio, alcuni brand sono riusciti a registrare un incremento generale notevole. È il caso di Samsung e di LG che hanno chiuso il 2020 togliendosi molte soddisfazioni a livello di numeri in quasi tutti i settori aziendali rispetto all’anno precedente.

Samsung ha pubblicato un’indicazione sugli utili del quarto trimestre 2020 consolidando vendite per 61 trilioni di won coreani (45 miliardi di euro) per un utile di 9 trilioni di won (6,7 miliardi di euro), tradotto significa il 26,7% in più sullo stesso periodo dello scorso anno.

Zune

Samsung: meno vendite e più utile nel 2020. Perché?

Dati alla mano, le previsioni Samsung per tutto il 2020 ci mostrano una variazione percentuale del +29,4% sull’utile rispetto al 2019. Seppur i numeri non lo dimostrino, il colosso coreano nel 2020 ha subito un forte calo di vendite di smartphone, non raggiungendo la soglia delle 300 milioni di unità vendute, evento che non accadeva dal 2011. Com’è possibile che Samsung abbia aumentato notevolmente l’utile nonostante le stime parlino di 30 milioni di unità vendute in meno rispetto al 2019?

L’arma segreta del colosso di Seul sono le altre divisioni. Samsung fornisce chip e display per i più grandi marchi del mercato mobile e, secondo le stime, è proprio il settore dei processori a costituire una notevole parte dell’utile. I dati del quarto trimestre 2020 mostrano come 4 trilioni di won (3 miliardi di euro) dei 9 trilioni di utile provengano dall’attività di produzione e vendita dei chip Exynos, mentre solo 2,3 trilioni (1,7 miliardi di euro) fanno capo alla vendita di smartphone.

Zune

Favola LG: +536% nel quarto trimestre del 2020

Anche LG ha motivo di sorridere nel 2020, anno in cui ha registrato un vero e proprio primato personale. La società sudcoreana dopo un inizio quasi tragico è riuscita a capovolgere la situazione a suo favore ottenendo il miglior trimestre della sua storia. Infatti, nell’ultima parte dell’anno ha registrato una crescita esponenziale nel settore degli elettrodomestici e dell’elettronica di consumo, tradotto in un aumento di profitto del 536% rispetto al quarto trimestre del 2019.

Zune

La previsione di utile totale del 2020 rivela un incremento del 31% rispetto allo scorso anno. I numeri parlano di 3,2 trilioni di won, circa 2,4 miliardi di euro nel 2020 contro i 2,4 trilioni di won, circa 1,6 miliardi di euro nel 2019.