Ryzen 5000C, architettura Zen 3 e grafica Vega per mettere il turbo ai Chromebook

AMD ha annunciato le nuove CPU Ryzen 5000C destinate al mondo dei Chromebook. Basate su architettura Zen 3 con GPU integrata Vega, le nuove soluzioni si rivolgono sia al mercato consumer che a quello enterprise di fascia alta: debutteranno a bordo di HP Elite C645 14″ G2 Chromebook Enterprise e Acer Chromebook Spin 514 nel secondo e terzo trimestre. Il target di riferimento è quindi il lavoro ibrido o, come viene spesso definito, lo smart working.

L’offerta Ryzen 5000C prevede quattro modelli fino a 8 core e 16 thread pronti a completare un’offerta di soluzioni per il mondo Chrome OS che prevede Ryzen e Athlon 3000C fino a 4 core e 8 thread per il segmento mainstream e l’AMD 3015Ce per l’entry level.

I nuovi chip sono prodotti a 7 nanometri e hanno un TDP di 15W. Il Ryzen 7 5825C è la proposta migliore con 8 core e 16 thread che opera di base a 2 GHz per accelerare fino a 4,5 GHz. A bordo 20 MB di cache L2+L3 e una GPU Vega 8 con clock fino a 1,8 GHz. Vi è poi il Ryzen 5 5625C con 6 core e 12 thread che operano a frequenze di clock di 2,3 GHz (base) e 4,3 GHz (boost). La cache L2+L3 è pari a 19 MB, mentre la GPU integrata Vega conta 7 Compute Unit fino a 1,6 GHz.

Ryzen 3 5425C è un quad-core con 8 thread con frequenze di 2,7 GHz (base) e 4,1 GHz (boost). A bordo AMD ha inserito 10 MB di cache L2+L3, oltre a una GPU Vega con 6 Compute Unit che operano fino a 1,5 GHz. Infine, completa l’offerta il Ryzen 3 5125C, un dual-core con 4 thread che lavora a 3 GHz. La cache L2+L3 è pari a 9 MB, mentre la GPU integrata è limitata a sole 3 Compute Unit fino a 1,2 GHz.

Secondo AMD, il Ryzen 7 5825C è decisamente più veloce del Ryzen 7 3700C, non solo per la migliore architettura: il 3700C conta 4 core / 8 thread basati su architettura Zen+ con una GPU Vega 10. Secondo la slide condivisa, il Ryzen 7 5825C è fino al 67% più veloce nella navigazione web, fino al 107% nella gestione del multitasking e offre prestazioni grafiche fino all’85% migliori (a fronte di meno CU, la GPU sul nuovo chip opera a fino a 1,8 GHz, ovvero a 400 MHz in più).

Per quanto riguarda il raffronto con le CPU Intel, AMD ha confrontato il nuovo top di gamma con il Core i7-1185G7, un processore Intel Tiger Lake con 4 core e 8 thread. Negli stessi carichi citati pocanzi, la CPU Ryzen 5000C è rispettivamente il 7%, il 25% e il 10% più veloce della soluzione Intel.

Particolare attenzione è stata riposta da AMD all’autonomia (fino al 94% in più rispetto alla concorrenza) e alla sicurezza, con un approccio a più layer che parte dall’architettura, al Secure Processor per poi fare affidamento alle soluzioni di sicurezza di Google e quelle, ulteriori, implementate dall’OEM del sistema.

Come scritto all’inizio, le nuove CPU Ryzen 5000C debutteranno nel corso del trimestre, partendo da dall’HP Elite C645 14″ G2 Chromebook Enterprise per poi approdare in estate sull’Acer Chromebook Spin 514.