NewsTecnologia

Radiotelescopio di Arecibo: Porto Rico stanzia 8 milioni di dollari per ricostruirlo

Sembra che il destino del radiotelescopio di Arecibo non si ancora stato scritto. Dopo il crollo disastroso dell’inizio di Dicembre, successivo ai danni di Agosto e Novembre dell’anno scorso, una nuova struttura potrebbe rinascere. Questo è quello che sperano i molti ricercatori di tutto il Mondo permettendo così di continuare gli studi portati avanti in questi anni. Una prima mossa concreta è arrivata proprio da Porto Rico.

arecibo

Il telescopio di Arecibo potrebbe avere una seconda vita

La buona notizia è che Wanda Vázquez Garced, governatrice di Porto Rico, ha stanziato 8 milioni di dollari per portare avanti la ricostruzione del radiotelescopio di Arecibo posando così una “prima pietra” per far tornare a splendere la struttura di interesse scientifico e divulgativo nella zona.

A riportarlo è il sito El Nuovo Dia ma anche sul profilo ufficiale della governatrice si può leggere dell’intervento che si intende portare avanti nella zona. La Garced ha scritto infatti “il crollo del radiotelescopio offre l’opportunità di riprogettarlo, tenendo conto delle lezioni apprese e delle raccomandazioni della comunità scientifica per renderlo rilevante per decenni, ecco perché abbiamo firmato l’OE 2020-096 per stabilirne la ricostruzione”.

La governatrice ha aggiunto “abbiamo stabilito un budget di 8 milioni di dollari per gli sforzi di ricostruzione, che deve includere la riparazione dei danni ambientali con la rimozione e lo smaltimento sicuro del materiale interessato, che è già iniziato sotto la supervisione della National Science Foundation”.

I soldi stanziati dovrebbero permettere di fare parte dei lavori di smaltimento e progettazione del nuovo radiotelescopio di Arecibo. Ci vorrà comunque anche un intervento da parte di altri enti affinché l’opera di ricostruzione possa effettivamente avere successo. Si tratta comunque di un passo importante verso un nuovo inizio.

radiotelescopio arecibo

Francisco Córdova, direttore dell’osservatorio, ha anche aggiunto che la struttura è “un’icona della cultura portoricana”. La zona è stata anche dichiarata di interesse storico vista la sua rilevanza. Ora toccherà alla National Science Foundation, proprietaria del radiotelescopio di Arecibo decidere sul da farsi. Molto dipenderà dai soldi a disposizione della NSF e se ci saranno altri progetti ritenuti più importanti. La mossa di Porto Rico è comunque importante nell’ottica della ricostruzione.