NewsTecnologia

Open Fiber e Vodafone insieme per la Banda Ultra Larga. In arrivo in oltre 271 città

Vodafone e Open Fiber hanno annunciato la loro collaborazione per lo sviluppo in Italia dei servizi di Banda Ultra Larga in modalità FTTH ossia Fiber To The Home. In questo caso l’accordo, già presentato e già attivo in oltre 13 città italiane cablate con infrastruttura in fibra ottica Open Fiber, verrà esteso ad ulteriori 258 città italiane per un totale di 271. Queste saranno comprese sempre nei cosiddetti Cluster A e B ossia le aree nelle quali vive il 60% della popolazione italiana.

Una partnership strategica chiaramente che permetterà a Vodafone di favorire la progressiva migrazione sulla rete Open Fiber dei clienti per una validità che si protrarrà fino al 2031. In questo caso proprio grazie all’infrastruttura FTTH di Open Fiber, l’intero percorso che va della centrale telefonica al cliente sarà in fibra ottica e questo permetterà di avere il massimo delle prestazioni con una velocità fino ad 1 Gigabit al secondo a oltre 9.5 milioni di unità immobiliari.

Già oggi è possibile per oltre 2 milioni di famiglie e imprese offrire servizi in FTTH ma è palese che l’accordo permetterà di ampliare tale situazione rafforzando il posizionamento dell’operatore in grado di offrire ai propri clienti servizi sempre più tecnologici.

Elisabetta Ripa, Amministratore Delegato di Open Fiber, ha commentato: “L’estensione dell’accordo con Vodafone all’intero perimetro del piano Open Fiber nelle aree di mercato è un’ulteriore accelerazione verso l’adozione di una infrastruttura interamente in fibra ottica e conferma la validità del nostro progetto, nato per cogliere le opportunità offerte dal mercato italiano, caratterizzato da un ritardo nello sviluppo dei servizi a larga banda. L’accordo conferma inoltre la competitività del modello wholesale che offre a tutti gli operatori piena parità di accesso ad una rete estremamente performante per sviluppare i propri servizi di TLC”.
 
“L’ampliamento della nostra offerta in fibra FTTH grazie all’accordo con Open Fiber, insieme agli importanti investimenti di Vodafone per lo sviluppo delle reti mobili verso il 5G, consolida il nostro ruolo di acceleratore della trasformazione digitale al servizio di famiglie e imprese” dichiara Aldo Bisio, Amministratore Delegato di Vodafone Italia. “Il modello di rete indipendente, alternativa alla rete in rame, rappresentato da Open Fiber apre la competizione sulla rete di accesso e stimolerà sempre più investimenti orientati all’innovazione dei servizi”.