NewsTecnologia

OnePlus Nord N100 e il caso del display a 90Hz: c’è o non c’è? Arriva la conferma ufficiale

A partire dallo scorso anno con OnePlus 7 Pro, OnePlus ha proposto i suoi smartphone nella stragrande maggioranza dei casi con i suoi “Fluid Display”, ovvero display dalla frequenza di aggiornamento da 90Hz o superiore. Si tratta di un elemento di marketing considerevole per l’azienda per tutti i suoi dispositivi, tranne uno: OnePlus Nord N100. Durante la presentazione OnePlus non ha infatti speso alcuna parola sulla presenza di un eventuale Fluid Display.

Fino a pochissimo tempo fa l’elenco delle specifiche tecniche ufficiale menzionava un pannello a 60Hz, tuttavia nel momento in cui i primi redattori hanno ottenuto le prime unità si sono accorti che in realtà il device consentiva di attivare i 90Hz. Una feature di fatto scontata se si considera che OnePlus Nord N100 non è che una versione leggermente ottimizzata di Oppo A53 e A53s, dispositivi che dispongono del supporto ai 90Hz per il display integrato.

OnePlus Nord N100, display a 60Hz o 90Hz?

OnePlus Nord N100 viene configurato a 60Hz di default, tuttavia nelle Impostazioni di sistema è possibile modificare il valore attivando una modalità personalizzata che spinge il refresh rate a 90Hz con alcune applicazioni e in alcune circostanze. E, dopo che Android Authority ha acquistato il terminale nel Regno Unito scoprendo la presenza di un display da 90Hz, anche l’azienda è tornata sui propri passi modificando le diciture all’interno del sito ufficiale.

“OnePlus Nord N100 è equipaggiato con un display da 90Hz. La frequenza di aggiornamento dipende dalle impostazioni, dalle applicazioni usate e dalle limitazioni nella capacità di calcolo”, sono le parole usate da OnePlus. Interessante la precisazione sulle “capacità di calcolo”, dal momento che Nord N100 dispone di un processore Snapdragon 460 di fascia bassa, probabilmente non capace di fornire un output fluido in alcune situazioni ordinarie.

Strano che OnePlus abbia voluto nascondere una feature cardine di tutta la sua line-up, a prescindere dalle limitazioni hardware. In un mercato in cui spesso il numero più grande viene utilizzato per rappresentare il meglio, quando spesso non è così, quello di OnePlus potrebbe essere considerato come un grande esempio di onestà. O forse si è semplicemente trattato di un errore.