NewsTecnologia

NVIDIA Maxine, una piattaforma di videoconferenza potenziata dall’intelligenza artificiale

Anche NVIDIA si lancia nel mercato del software per la videoconferenza, e lo fa a modo suo, con una soluzione che promette di risolvere i tipici problemi che si sperimentano con la classiche applicazioni, come rallentamenti dovuti a limiti di banda. 

NVIDIA Maxine, videoconferenze migliorate con l’intelligenza artificiale

I rallentamenti e l’abbassamento di qualità video durante lo streaming sono problemi con cui praticamente abbiamo avuto a che fare tutti durante questi ultimi mesi, e NVIDIA ha intenzione di eliminarli con la soluzione di videoconferenza in cloud Maxine. Non potendo intervenire sulla linea Internet degli utenti, l’azienda ha sviluppato una soluzione basata su IA che analizza tutti i key point sul viso dei partecipanti a una videochiamata, li elabora e li “ricostruisce” sui terminali delle persone collegate. Così facendo si riduce notevolmente l’utilizzo della banda, secondo NVIDIA sino a dieci volte.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Questa non è l’unica particolarità di Maxine: un’altra caratteristica di spicco è la possibilità di allineare automaticamente tutti i volti dei partecipanti, così da far sì che tutti guardino nell’obiettivo, anche se le videocamere non sono allineate ai visi, rendendo più coinvolgenti le conversazioni. Appoggiandosi alle funzioni di AI dell’SDK NVIDIA Jarvis, inoltre, gli sviluppatori possono integrare degli assistenti virtuali in grado di comprendere il linguaggio naturale e possono supportare gli utenti prendendo appunti, traducendo testi e conversazioni, aggiungendo sottotitoli e trascrizioni in tempo reale. Sono disponibili anche avatar animati in tempo reale, che reagiscono alla voce, ed è stata introdotta una funzione per seguire l’utente anche se si allontana dallo schermo. 
Tutte queste funzionalità fanno leva sulla potenza di elaborazione in cloud di NVIDIA, quindi non andranno a pesare sull’hardware dei client utilizzati

Le videoconferenze fanno parte della vita di tutti i giorni, aiutando milioni di persone a lavorare, imparare, divertirsi e anche a incontrare il dottore” – spiega Ian Buck, vice president and general manager of Accelerated Computing di NVIDIA – “NVIDIA Maxine integra le nostre conoscenze più evolute su AI, audio e video, per garantire una maggiore efficienza e nuove funzionalità alle piattaforme che ci permettono di rimanere connessi“.