NewsTecnologia

Navicella spaziale Boeing CST-100 Starliner: lancio rinviato a data da definire

La navicella spaziale Boeing CST-100 Starliner avrebbe dovuto essere lanciata ieri per poi raggiungere la Stazione Spaziale Internazionale dove avrebbe trasportato un carico di rifornimenti. Purtroppo un problema rilevato nelle fasi finali della preparazione hanno fatto slittare il lancio a data da definire.

boeing

Non è la prima volta che questa navicella deve rinviare il proprio lancio. Per esempio i problemi dopo l’attracco del modulo russo Nauka alla ISS hanno costretto a posticipare il lancio dal 30 Luglio a quello che sarebbe dovuto essere il 3 Agosto. Si tratta della seconda prova senza equipaggio (OFT-2) dopo il non raggiungimento degli obiettivi previsti nella prima.

Problemi a una valvola per la capsula Boeing CST-100 Starliner

Secondo quanto riportato nel comunicato stampa ufficiale, il problema alla navicella spaziale di Boeing sarebbe dovuto a una valvola nel sistema di propulsione. Non si sa ancora l’entità del problema né se sia effettivamente un problema reale o un problema ai sensori.

Nel comunicato si legge “Boeing sta lavorando per capire la fonte delle indicazioni inaspettate della posizione della valvola nel sistema di propulsione. I problemi sono stati rilevati per la prima volta durante i controlli dopo che le tempeste elettriche sono passate sul Kennedy Space Center Lunedì”.

capsula boeing

Non ci sarebbero problemi al modulo di servizio (la parte inferiore collocata tra il razzo e la navicella) della Boeing CST-100 Starliner e neanche al razzo ULA Atlas V. Sono poi state escluse motivazioni software (che è stato profondamente rivisto dopo la OFT-1).

In questi giorni ci sarà quindi una valutazione completa da parte di Boeing e della NASA che però non ha permesso di utilizzare la finestra di lancio di oggi, 4 Agosto. John Vollmer (capo del programma con equipaggio di Boeing) ha dichiarato “il nostro team ha lavorato diligentemente per garantire la sicurezza e il successo di questa missione e non lanceremo fino a quando il nostro veicolo non avrà prestazioni nominali e i nostri team saranno sicuri che sia pronto a volare”.

La società non ha però un tempo illimitato. Il 29 Agosto sarà lanciata la missione di rifornimento CRS-23 con una navicella SpaceX. Questo significa che Boeing avrà fino a (circa) il 20 Agosto per lanciare e testare la propria soluzione nei giorni seguenti. Se questo non accadrà la prossima finestra di lancio potrebbe essere addirittura a Ottobre 2021.