NewsTecnologia

NASA Perseverance: ecco il video dell’atterraggio su Marte e alcune novità!

Nella serata di oggi si è tenuta una conferenza stampa con le ultime novità riguardanti la missione Mars 2020 e il rover NASA Perseverance. Molte le novità annunciate dai ricercatori che stanno iniziando le operazioni che porteranno poi il rover a lavorare per circa due anni su Marte. Ricordiamo che già poco tempo fa erano state rilasciate alcune immagini a più alta risoluzione delle fasi dell’atterraggio, mentre Ingenuity è stato “svegliato” dal suo letargo. Ecco quello che c’è da sapere.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Le novità su NASA Perseverance e il video dell’atterraggio su Marte

Prima di iniziare con quanto dichiarato nella conferenza di oggi, ricordiamo che esiste un sito dove è possibile vedere le immagini “raw” (grezze) acquisite da NASA Perseverance. Questo permette a tutti gli appassionati di provare a elaborarle per ottenerne di uniche. Dave Gruel, (ingegnere capo per la telecamera EDL di Mars 2020) ha dichiarato “abbiamo inserito il sistema di telecamere EDL sul veicolo spaziale non solo per avere l’opportunità di comprendere meglio le prestazioni del nostro veicolo spaziale durante l’entrata, la discesa e l’atterraggio, ma anche perché volevamo portare il pubblico con lui per la corsa di una vita: l’atterraggio sulla superficie di Marte”.

nasa perseverance camera

nasa rover mars

Per quanto riguarda invece la conferenza, si è posto l’accento sui video che sono stati realizzati durante l’atterraggio. Molte erano le fotocamere installate. Una puntata verso il paracadute, una verso il rover, una verso skycrane, una che guardava verso il suolo e poi un microfono per registrare l’audio (che purtroppo non ha funzionato per questa fase).

nasa gif rover

Durante la conferenza si è ripercorso quanto accaduto durante l’atterraggio con video unici per qualità. Si può vedere il funzionamento del paracadute da 21,5 metri in nylon, Technora e Kevlar che si apre molto velocemente a circa 11 km di quota e di skycrane con l’arrivo del rover sulla superficie del Pianeta Rosso. Si possono vedere i razzi che spostano la sabbia come mostrato anche nell’immagine degli scorsi giorni. Come spiegato dalla NASA in un comunicato “ora abbiamo finalmente una visione in prima fila di quelli che chiamiamo – i 7 minuti di terrore – durante l’atterraggio su Marte”.

nasa

nasa

Le ruote del rover hanno toccato il suolo a 2,6 km/s e poi delle taglierine attivate da piccole cariche esplosive hanno tagliato i cavi che legano skycrane a NASA Perseverance. A questo punto la struttura volante si è allontanata come si può vedere da un’immagine ripresa dall’orbita da una delle sonde che sono attualmente intorno al Pianeta Rosso.

perseverance

Le fotocamere hanno iniziato a scattare le immagini e abbiamo il primo panorama marziano da parte di NASA Perseverance realizzato a partire da una serie di immagini distinte e poi unite ed elaborate dagli ingegneri. Questo è stato possibile perché “torretta” o testa del rover è stata correttamente alzata, mentre si può notare che durante la discesa era ripiegata. Ora quindi abbiamo una visione più chiara di ciò che vedono le Mastcam-Z che hanno ripreso parti del rover e ciò che c’è attorno nelle immediate vicinanze.

rover

Inoltre sono stati pubblicati i primi frammenti audio registrati dal rover (uno con i rumori del rover stesso mentre l’altro “ripulito”). Anche se non è la prima volta che udiamo “suoni extraterrestri”, si tratta di una rarità per questo genere di missioni. Bisogna ricordare che questi sono solo i primi suoni e le prime immagini catturate. Gli ingegneri devono ancora “affinare” gli strumenti e quindi pian piano la qualità generale si alzerà. Nei prossimi giorni dovrebbe arrivare anche un panorama a 360° del cratere Jezero ripreso sempre dalle Mastcam-Z, questo fornirà le prime informazioni dettagliate sul percorso che attende il rover.

Seguici sul nostro canale Instagram, tante novità in arrivo!