NewsTecnologia

NASA Ingenuity si prepara al primo volo del 2022 su Marte, sarà domani

Recentemente abbiamo scritto delle immagini rilasciate dalla Cina per la missione Tianwen-1 e dei progressi del rover russo-europeo ExoMars Rosalind Franklin, quasi pronto a partire per Marte. Ma sul Pianeta Rosso sono attive anche le missioni statunitensi, compreso il duo formato da NASA Perseverance e da NASA Ingenuity.

nasa ingenuity marte

Il primo è impegnato nell’esplorazione delle zone di South Séítah e nella raccolta dei campioni che saranno riportati sulla Terra da Mars Sample Return intorno al 2033. Il drone marziano invece si sta preparando al suo primo volo per il 2022, avendo già ora ampiamente superato le aspettative degli ingegneri che contavano di arrivare al massimo a cinque test (e non sapevano neanche se sarebbe riuscito a sollevarsi dal suolo). Ora invece stiamo scrivendo del 19° volo.

NASA Ingenuity si prepara al diciannovesimo volo su Marte

Come riportato dal blog ufficiale della missione, il primo volo del 2022 (il diciannovesimo in totale) cercherà di portare il drone verso il delta del fiume che un tempo riempiva il lago formatosi all’interno del cratere Jezero, seguendo così il rover Perseverance e aiutandolo nelle operazioni di analisi ed esplorazione da un punto di vista diverso.

Il volo è programmato non prima del 7 gennaio 2022 e consentirà a NASA Ingenuity di lasciare la zona sabbiosa di South Séítah. Grazie alla possibilità di librarsi in aria sarà possibile superare una cresta rocciosa divisoria e sull’altopiano principale. Il rover invece si trova attualmente a una distanza di circa 550 metri in linea d’aria, ma non potendo volare, dovrà seguire un tragitto più lungo e sicuro per evitare di rimanere danneggiato o insabbiato.

L’obiettivo del 19° volo del drone marziano è quello di arrivare nei pressi della zona di atterraggio dell’ottavo volo (avvenuto a giugno dello scorso anno). Per riuscire a capire dove atterrare in sicurezza saranno impiegate le immagini a colori della fotocamera Return-To-Earth (RTE) catturate durante il nono volo (effettuato all’inizio di luglio 2021).

nasa ingenuity

Questa dovrebbe essere la zona dove atterrerà il Ingenuity per il 19° volo

Alcune caratteristiche del nuovo volo del drone marziano

Come spiegato dagli ingegneri, il volo non sarà particolarmente lungo ma non per questo non sarà impegnativo. A causa della mancanza di rocce, il sistema di navigazione (basato sull’analisi delle immagini in bianco e nero) ha avuto difficoltà a tracciare correttamente la rotta durante il 18° volo. Per evitare che NASA Ingenuity atterri prima del previsto, verranno modificati i parametri di sicurezza per ignorare parte degli avvisi di “rotta sconosciuta”.

In questo periodo (estate) la densità dell’atmosfera di Marte è inferiore e questo ha costretto gli ingegneri ad aumentare la rotazione dei rotori consumando più energia. Per evitare un eccessivo consumo per singolo volo, i tragitti sono più corti che in inverno. Il 19° volo di NASA Ingenuity dovrebbe avere una lunghezza di 63 metri con una durata di 100″. La velocità sarà pari a 1 m/s a una quota massima di 10 metri. Sarà impiegata ancora una volta la fotocamera a colori per catturare nove immagini. Quest’ultima riprenderà anche il delta del fiume dopo una rotazione di 180° (per le future missioni).

Idee regalo,
perché perdere tempo e rischiare di sbagliare?

REGALA
UN BUONO AMAZON
!