NewsTecnologia

Microsoft, rivoluzione ai vertici: lascia l’azienda Terry Myerson

Microsoft ha annunciato a sorpresa alcuni cambiamenti ai vertici, frutto di una poderosa opera di riorganizzazione della compagnia. Il rimescolamento dei responsabili principali della società è correlato al cambiamento di focus, con Microsoft che vuole concentrarsi maggiormente verso i settori di tendenza degli ultimi anni: cloud, divisione già in forte crescita da diversi anni, e intelligenza artificiale. Ad annunciare la rivoluzione ai vertici è stato Satya Nadella.

Il CEO ha inviato un’e-mail ai dipendenti della compagnia in cui fa notare che il cambiamento è stato necessario al fine di ottimizzare il lavoro per la realizzazione di tecnologie più accessibili e utili per le masse. La modifica più forte è chiaramente l’abbandono di Terry Myerson, figura storica con 21 anni all’attivo nella società. L’ultima carica ricoperta era quella di Executive Vice President of the Windows and Devices Group, e lo abbiamo visto più volte durante i lanci della compagnia.

myerson

Nadella ha dichiarato che Myerson proseguirà il suo percorso fuori da Microsoft, ed è probabile che ne sapremo di più nei prossimi mesi. Myerson era stato, durante la sua lunga carriera in Microsoft, a capo di diversi team di ingegneria e sviluppo software, come quelli alla base di Exchange e Windows Phone. Nei prossimi mesi lo stesso Nadella in persona lavorerà a fianco dell’ex-dirigente di Microsoft in modo da rendere il più indolore possibile il processo di transizione.

Parallelamente al rimescolamento dei vertici Microsoft ha annuunciato l’apertura della nuova divisione “Experiences and Devices” con a capo Rajesh Jha, Executive Vice President del Microsoft Office Product Group. L’obiettivo del nuovo team sarà quello di “instillare un carattere distintivo all’interno di tutte le esperienze finali e i dispositivi” di Microsoft, creando un’esperienza Microsoft 365 coesa fra le piattaforme Windows, Office, le app terze e i dispositivi dei partner.

Fra i cambiamenti sostanziali ai vertici citiamo quelli di Panos Panay, che diventa il nuovo Chief Product Officer e avrà l’obiettivo di spingere verso la coesione fra l’hardware e il software prodotto in casa; Joe Belfiore continuerà ad essere il responsabile delle esperienze Windows e del futuro del SO, così come Kudo Tsunoda e Brad Anderson manterranno gli attuali ruoli all’interno – rispettivamente – dei team per le “esperienze ad alto valore” e Windows Enterprise.