NewsTecnologia

Microsoft dismette Azure Blockchain e consiglia di migrare a Quorum Blackchain Service di ConsenSys

Microsoft ha annunciato che, dal prossimo 10 settembre, dismetterà il servizio Azure Blockchain, avvertendo gli utenti della loro necessità di migrare a un altro servizio. Azure Blockchain è un servizio annunciato nel 2015 che permette di creare, gestire e impostare il governo delle reti blockchain in Azure, liberando le aziende dall’incombenza di dover gestire questi aspetti in proprio.

Microsoft dismette Azure Blockchain Service

Blockchain

Microsoft aveva annunciato il proprio ingresso nel mondo delle blockchain con una collaborazione con ConsenSys che aveva portato ad Azure Blockchain as a Service nel 2015. Il servizio si era mano a mano arricchito di nuove funzionalità, ma Microsoft non l’aveva aggiornato costantemente portando a un successo tutto sommato contenuto. Il servizio era comunque usato da nomi come General Electric, JP Morgan, Starbucks e Xbox.

Nella documentazione ufficiale, Microsoft consiglia agli utilizzatori di migrare al servizio open source Quorum Blockchain Service di ConsenSys basato su Ethereum, ma è altresì possibile gestire da sé la propria blockchain affidandosi a macchine virtuali sullo stesso Azure. Nel caso in cui si scegliesse la migrazione, il servizio risulterà di facile utilizzo dal momento che la piattaforma di Microsoft era già basata sul servizio di ConsenSys.

La crescita della nostra collaborazione con Microsoft aiuta le organizzazioni a trarre vantaggio dal supporto clienti di Quorum e ConsenSys Quorum, offrendo un servizio blockchain gestito di livello aziendale che possa essere facilmente configurato e distribuito”, ha detto Joseph Lubin, fondatore e CEO di ConsenSys. “Siamo felici, come prossimo passo nella nostra collaborazione con Microsoft, di portare il pluri-premiato Quorum agli utenti di Azure”.

Lavorando a stretto contatto con ConsenSys, saremo in grado di dare ai nostri clienti un modo semplice per distribuire e gestire i loro progetti pilota con la blockchain e quelli attualmente attivi su Microsoft Azure“, conferma Mark Russinovich, CTO di Microsoft Azure. “Questa collaborazione è stata pensata per eliminare la complessità della gestione dell’infrastruttura (hardware e software) necessaria per eseguire blockchain aziendali“.