NewsTecnologia

Mercedes-Benz Vision EQXX: una nuova concept car da 1000 km per carica

Mercedes-Benz sta sviluppando Vision EQXX, un’auto elettrica con un’autonomia reale di oltre 1.000 chilometri. Il nuovo veicolo si caratterizzerà per consumi molto ridotti, inferiori ai 10 kWh per 100 chilometri. Un team che si avvale di esperti della divisione F1 di Mercedes sta facendo rapidi progressi verso gli ambiziosi obiettivi del progetto anche se, per il momento, Mercedes-Benz si limita a un teaser del nuovo progetto, mentre la presentazione vera e propria arriverà nel 2022. I progressi tecnologici realizzati con Vision EQXX, inoltre, verranno riutilizzati nello sviluppo di nuove architetture elettriche.

Vision EQXX è un progetto che include varie componenti, tra cui densità energetica maggiore per le batterie e aerodinamica ottimizzata nell’ottica di incrementare l’autonomia. È la base per lo sviluppo delle auto elettriche Mercedes-Benz del futuro.

Mercedes-Benz Vision EQXX

Mercedes-Benz: investimento da 40 miliardi di Euro per l’elettrificazione

Il nuovo piano di elettrificazione della casa di Stoccarda prevede che dal 2022 la compagnia fornirà un modello completamente elettrico in ogni segmento e che dal 2025 per ogni nuova auto lanciata dal marchio ci sarà almeno una variante elettrica. Mercedes lancerà anche tre nuove architetture elettriche: MB.EA per autovetture di medie e grandi dimensioni, AMG.EA per i modelli ad alte prestazioni e Van.EA per i veicoli commerciali.

Entro il 2030, invece, tutte le nuove auto Mercedes-Benz saranno completamente elettriche, anche se il produttore tedesco specifica che questo è soggetto alle condizioni dei vari mercati. “Elettrificazione completa e rapida di tutta la gamma” è questo ora il mantra a Stoccarda.

Mercedes-Benz EQS Sedan

Questi progetti naturalmente richiedono uno sforzo decisamente maggiore in termini di produzione, gestione e riciclo delle batterie. A tal scopo, Mercedes costruirà 8 Gigafactory con partner globali per fornire oltre 200 Gigawattora di capacità per le celle delle batterie. Mercedes prevede che la prossima generazione di batterie potrà essere impiegata su veicoli con caratteristiche differenti. Inoltre, inizierà gli studi su un anodo composito silicio-carbonio e tecnologie di batteria a stato solido per aumentare la densità energetica e ridurre i tempi di ricarica.

I piani di Mercedes prevedono anche l’acquisizione dello specialista britannico di motori a flusso assiale ed elettronica YASA. Entro il 2030 investirà 40 miliardi di Euro per portare a termine il piano che sta ora dettagliando e che prevede, tra le altre cose, l’espansione della rete di ricarica Mercedes me Charge AC/DC fino ad avere più di 530 mila punti di ricarica in tutto il mondo.