NewsTecnologia

Lo certifica Steam: sempre più CPU AMD nei sistemi dei videogiocatori

I dati più aggiornati del sondaggio effettuato ogni mese da Steam circa le configurazioni hardware e software dei propri utenti evidenzia la continua crescita nella diffusione delle CPU AMD tra gli appassionati di videogiochi.

Oltre il 25% dei sistemi è infatti dotato di un processore AMD, a conferma del successo di mercato registrato dall’azienda americana nel corso degli ultimi anni a partire dal debutto, nel mese di marzo 2017, della prima generazione di processori Ryzen.

Analizzando lo storico degli ultimi mesi appare evidente come l’azienda americana sia stata in grado di guadagnare in media l’1% di quota di mercato in ciascuno degli ultimi mesi: se a maggio il valore era pari al 22,45%, a settembre si è toccata quota 25,75%.

ryzen_3000_socket_1280.jpg

Negli ultimi 60 giorni la quota è crescita sensibilmente, passando dal 23,73% di luglio al 25,75% di settembre. Questi dati sono riferiti ai sistemi che utilizzano Steam basati su sistema operativo Windows; quelli con OS Linux vedono i processori AMD aver raccolto una quota di mercato ancora più ampia, con il33,4% nel mese di settembre 2020. Anche in questo caso la crescita mensile è stata significativa, considerato che a maggio il dato rilevato era del 28,48% del totale.

Poco è invece cambiato, negli ultimi mesi, per quanto riguarda i produttori di schede video: AMD mantiene una quota tra gli utilizzatori di Steam di poco più del 16%, con Intel che segue con un valore di poco inferiore al 10%. La quota restante è ovviamente in mano alle GPU NVIDIA, con poco meno del 74% del totale. Sarà interessante verificare nei prossimi mesi come queste quote potranno cambiare alla luce del debutto delle schede video NVIDIA e AMD di nuova generazione, oltre al lancio delle prime soluzioni GPU discrete di Intel basate su architettura Xe Graphics.

Prima di questo assisteremo al debutto dei processori AMD Ryzen della serie 5000, nuove proposte basate su architettura Zen 3. Per queste CPU AMD prevede un posizionamento diretto proprio rivolto ai videogiocatori e questo dovrebbe presumibilmente generare un ulteriore impatto positivo sul posizionamento dell’azienda americana nella classifica Steam.