NewsTecnologia

Lightyear One: record di 700 km di autonomia grazie ai pannelli solari

I 710 chilometri di autonomia ottenuti nei primi test hanno permesso alla Lightyear One, una nuova auto elettrica a batteria costruita in Olanda, di ottenere il record nella distanza percorsa con una singola carica. Il veicolo ha marciato a una velocità di 85 km/h per quasi nove ore consecutive sul circuito di Aldenhoven. Non si tratta di un test omologato secondo le regole dello standard WLTP, ma il dato è comunque molto promettente mentre ulteriori sperimentazioni e ufficializzazioni sono attese a breve.

Il risultato è ancora più impressionante se si considera che la capacità della batteria della Lightyear One è limitata a 60kWh. In confronto, una Tesla Model 3 Long Range con batteria da 70 kWh si ferma infatti a 455 km.

Lightyear One

Lightyear One: tetto fotovoltaico e autonomia super

Il segreto della Lightyear One consiste nei suoi cinque pannelli solari racchiusi in un vetro di sicurezza sul tetto e sul cofano dell’auto. Le soluzioni di tipo fotovoltaico aggiungono circa 70 chilometri di percorrenza al giorno. Ma non solo: i tecnici olandesi della Lightyear One si sono resi conto che le normali auto elettriche sperperano gran parte della carica della batteria in fase di accelerazione. La loro auto è quindi meno performante in trazione, ed è limitata dal punto di vista della velocità massima. La Lightyear One è comunque in grado di scattare da 0 a 100 km/h in meno di 10 secondi.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

A 85 km/h, dunque, l’auto elettrica proveniente dall’Olanda ha un consumo energetico di soli 83 Wh/km, un dato inferiore di circa il 50% rispetto a quello delle tradizionali auto elettriche. Il progetto, diretto dai due fondatori Lex Hoefsloot e Arjo van der Ham, è stato ideato nel 2017 ma è entrato nella fase dello sviluppo a pieno regime solo due anni dopo. Entro la prima metà del 2022 poco meno di 1000 esemplari di Lightyear One entreranno in produzione, per raggiungere il mercato di massa nel 2024. Unica controindicazione? Il prezzo: si partirà, infatti, da 177 mila euro.