Le nuove Alfa Romeo Giulia e Stelvio non saranno mai ibride, ma solo elettriche. Ecco perché

Con la nuova Tonale, Alfa Romeo ha finalmente introdotto un percorso di elettrificazione del marchio, che nel caso della compatta per ora significa mild hybrid e plug-in hybrid. Un futuro che, a quanto apprendiamo, non sarà mai quello di Giulia e Stelvio.

Lo ha dichiarato il capo del prodotto Daniel Guzzafame, in una chiacchierata con i media australiani. È noto a tutti che le limitazioni imposte dall’Europa stiano costringendo i produttori a passare all’elettrificazione, e molti dei player hanno scelto vari step di ibridazione per continuare a vendere vetture già affermate sul mercato.

Alfa Romeo

Ma secondo Guzzafame non è quello che farà Alfa Romeo, le cui Giulia e Stelvio passeranno direttamente al 100% elettrico, la prima nel 2025 e la seconda nel 2026. Questo perché la piattaforma Giorgio, su cui sono basate, non era stata pensata per accogliere l’elettrificazione, ed avrebbe bisogno di una generosa riprogettazione, operazione troppo costosa per un vita di mercato così breve, e per pochi esemplari.

Il Gruppo Stellantis infatti ha chiesto ad Alfa Romeo di migliorare le sue performance economiche, pena la cancellazione del marchio. Per questo ogni spesa deve essere assolutamente ponderata e calibrata sulle effettive possibilità di vendita. Ed il CEO Imparato ha promesso che le Alfa elettriche avranno prestazioni di primissimo livello, e dunque è chiaro che gli sforzi siano già concentrati in quella direzione.