NewsTecnologia

iPhone 12 Pro, domanda alle stelle: Apple trasferisce la produzione ai danni del mini

Secondo nuove indiscrezioni ottenute da fonti non ufficiali, Apple avrebbe trasferito la produzione di due milioni di unità dal modello iPhone 12 mini al più costoso iPhone 12 Pro. La notizia è stata divulgata in una nuova nota privata di Morgan Stanley, ottenuta dal sito PED30.

Apple avrebbe fatto lo “switch” della produzione in base alle richieste per il primo trimestre del 2021, al fine di contrastare l’aumento dei tempi di consegna di iPhone 12 Pro che, a quanto pare, è fra i più richiesti dell’intera line-up: “I tempi di consegna di iPhone 12 Pro rimangono, a circa 10 giorni, più estesi rispetto a qualsiasi modello lanciato negli ultimi 4 anni”, riporta la fonte. “I tempi di consegna sono diminuiti circa due settimane fa, dopo che Apple ha incrementato la produzione della nuova gamma in base alle segnalazioni del nostro team di fornitura”.

iPhone 12, lunghi tempi di consegna e “switch” nella produzione

Nella nota si legge anche che Apple ha aumentato la produzione di iPhone 12 Pro di 2 milioni di unità, compensando la riduzione dello stesso numero di unità di iPhone 12 mini nella richiesta alle catene di assemblaggio. Il nuovo report si collega alle altre analisi precedenti secondo cui le vendite di iPhone 12 mini non sarebbero state così entusiasmanti come preventivato dalla Mela: secondo dati non ufficiali il modello più economico e compatto della line-up avrebbe raccolto solo il 6% delle vendite complessive della nuova famiglia di melafonini, almeno nel periodo di lancio.

I modelli “non-Pro”, invece, stanno vendendo meglio in Cina, che non negli Stati Uniti. Nella nazione asiatica iPhone 12 ha guadagnato il 20,3% del mercato (raggiungendo un valore record negli ultimi 18 mesi), vantando contestualmente la più grande base d’utenza mai registrata da qualsiasi iPhone al lancio in Cina, dopo il primo mese pieno di vendite.

Seguici sul nostro canale Instagram, tante novità in arrivo!