NewsTecnologia

In arrivo le nuove cartucce a nastro magnetico LTO Ultrium 9 di Fujifilm, con capacità fino a 45 TB

Fujifilm ha presentato le sue cartucce LTO Ultrium 9, la nona generazione dello standard LTO Ultrium per le cartucce a nastro magnetico, in grado di archiviare fino a 18 TB per cartuccia di dati non compressi e 45 TB per cartuccia di dati compressi, con un aumento del 50% rispetto alla generazione precedente.

Fujifilm presenta la nuova generazione di cartucce a nastro LTO Ultrium 9

Fujifilm LTO Ultrium 9

Nonostante siano in uso da decenni e siano stati ritenuti per diverso tempo superati, i nastri magnetici costituiscono oggi un importante aiuto per le aziende che desiderino archiviare in sicurezza i propri dati. La loro capacità significativa e il fatto che si tratta di un mezzo di backup intrinsecamente offline e fuori dalla portata di ransomware e attacchi informatici li rende particolarmente attraenti. Fujifilm fa notare che, inoltre, i nastri aiutano a ridurre le emissioni di CO2 fino al 95% rispetto agli hard disk anche per il fatto che non hanno bisogno di essere costantemente alimentati.

I nastri sono particolarmente efficaci nell’archiviare i cosiddetti “dati freddi”, ovvero dati cui si accede raramente e per i quali non c’è bisogno di tempi di accesso rapidi. Secondo uno studio di Fujifilm, fino all’80% dei dati gestiti dalle aziende è di questo tipo e l’impiego dei nastri magnetici può portare a risparmi significativi.

Le nuove cartucce Fujifilm LTO Ultrium 9 usano particelle di ferrite di bario (BaFe), materiale noto sin dagli anni ’30 dello scorso secolo per le sue proprietà magnetiche che resistono a cambi di temperatura, corrosione e ossidazione. Il trasferimento di dati non compressi arriva a una velocità di 400 MB/s, mentre i dati compressi arrivano fino a 1.000 MB/s, con un incremento del 25% rispetto alla generazione precedente.

Fujifilm non ha annunciato pubblicamente i prezzi delle nuove cartucce.