NewsTecnologia

I notebook rugged continuano a venir richiesti dal mercato

Il mercato dei notebook rugged, capaci di operare stabilmente in condizioni ambientali critiche per temperature, umidità e polvere e quindi particolarmente adatti a particolari contesti lavorativi, ha visto una contrazione rispetto alle previsioni nel corso del 2020. Lo certifica Digitimesnella propria più recente analisi, confermando però un futuro roseo per questa categoria di prodotti.

panacf33_720.jpg

La pandemia globale ha frenato gli acquisti di questi sistemi da parte delle aziende, partendo da una semplice considerazione pratica: sono prodotti pensati per operare all’esterno in condizioni critiche, ambienti di lavoro che hanno visto una riduzione nel numero di addetti nel corso del 2020 proprio per la propagazione del virus. Una dinamica quindi opposta a quella che ha caratterizzato i notebook tradizionali, per i quali c’è stata una vera e propria corsa all’acquisto legata alla necessità di lavorare e studiare da casa.

Sono Getac e Panasonic le due principali aziende impegnate nel settore dei notebook rugged, nicchia di mercato rispetto al totale di mercato del mondo dei notebook ma molto interessante per i margini che permette di ottenere. Il 2021 si candida a diventare per questi produttori un anno di ulteriore crescita, grazie ad una domanda che è rimasta invariata rispetto al passato da parte dei settori della pubblica sicurezza e ad una ripresa da parte del mondo dell’automobile, nel quale questi prodotti sono utilizzati sia in fase di produzione nelle fabbriche sia nelle officine di assistenza sparse in tutto il mondo.