NewsTecnologia

I due Galaxy S9 sono stati gli smartphone più venduti ad aprile

Nell’edizione di aprile dell’analisi Market Pulse condotta da Counterpoint si legge che gli smartphone più venduti nel mese sono stati i due Galaxy S9, con il 2,6% del mercato a testa, superando i prodotti della Mela: iPhone X e iPhone 8 Plus hanno ottenuto, ciascuno, il 2,3% del mercato mentre il 2,2% è spettato ad iPhone 8. Un po’ indietro i concorrenti, anche se figura perentorio nella classifica il nome di Xiaomi.

I due top di gamma coreani hanno fatto bene in America del Nord e nell’area dell’Asia-Pacifico e, grazie alla strategia aggressiva sui prezzi condotta da Samsung e le ottime offerte in bundle, anche il “vecchio” Galaxy S8 è riuscito ad entrare nella Top 10. Il precedente flagship di Samsung offre ancora oggi ottime caratteristiche tecniche proposte a prezzi certamente più abbordabili rispetto agli attuali modelli, e rappresentano un’ottima soluzione.

Nelle due regioni prese in esame, inoltre, ottiene un ottimo successo di mercato anche Apple, grazie a caratteristiche differenti: fra queste una buona tenuta del prezzo d’acquisto e l’interesse mostrato dalla società verso i modelli più vecchi sul piano del supporto software. Come per quanto riguarda Galaxy S8, anche iPhone 7 figura nella Top 10, precedendo di una posizione il rivale commerciale. A sbalordire anche Xiaomi, che fa sentire la sua presenza grazie agli ottimi prezzi.

Nella classifica il produttore cinese ha raccolto la sesta e l’ottava posizione con Xiaomi Redmi 5A e Redmi Note 5 (noto anche come Redmi 5 Plus), due modelli dal prezzo tipico di un entry-level ma con caratteristiche che possono essere associate alla fascia media, e sono gli unici modelli singoli di questa fascia di prezzo capaci di contrastare i più costosi – e popolari – top di gamma Samsung e Apple. La presenza di Xiaomi, insieme ai brand top, mostra un altro segnale da parte degli utenti.

È chiara, in altre parole, la preferenza per dispositivi delle fasce più alte e più basse del mercato, lasciando in disparte la fascia media. I dispositivi più economici sono quelli che stanno crescendo di più in termini tecnologici e sul piano delle feature, ed è forse per questo che i risultati sono così “estremi”: gli utenti scelgono i dispositivi più premium e costosi, oppure cercano di risparmiare il più possibile dimostrandosi ormai soddisfatti dalle proposte più economiche.