NewsTecnologia

Huawei annuncia l’interfaccia EMUI 10: arriverà l’8 Settembre

Huawei ha ufficialmente rilasciato EMUI 10 durante la conferenza dedicata agli sviluppatori dove in precedenza era stato annunciato il sistema operativo HarmonyOS. La nuova interfaccia EMUI succede alla precedente 9.1 che è stata annunciata solo qualche settimana fa per alcuni modelli.

EMUI 9.1

Le novità riguardano lo sviluppo di EMUI 10 che è ora più lineare e rapido così come l’integrazione con le applicazioni permettendo agli sviluppatori di sfruttare le novità della nuova interfaccia. Anche la connessione e interconnessione tra dispositivi è stata migliorata così da rendere più completa l’esperienza utente.

EMUI 10: alcune delle novità di Huawei

La gestione di chiamate audio e video su ogni piattaforma consentirà di rispondere tramite smart-speaker (nel caso della parte audio) o smart TV (nel caso di videochiamate). Ci sarà il supporto alle unità montate su automobili oppure inviare un flusso video da un drone ai propri contatti.

Con EMUI 10 ci sarà accesso alle componenti hardware che non saranno specifiche per un modello in particolare ma basate su risorse condivise superando le limitazioni di un supporto ad hoc e sulle differenze costruttive.

Ci saranno anche funzionalità legate all’ambito business e smart-vehicle saranno alcune delle novità che vedremo integrate in EMUI 10. L’arrivo di una versione beta è fissata per l’8 Settembre 2019 e sarà disponibile per gli smartphone della serie Huawei P30, su altri modelli (anche se ancora non sappiamo quali sono) oltre che sulla serie Mate 30.

Huawei ha anche ricordato che EMUI 10 continuerà dove le precedenti versioni sono arrivate. Ci sarà quindi il supporto a molte lingue (ora siamo a 77) e alla distribuzione in molte nazioni (siamo a quota 216). Inoltre, sempre il produttore cinese ha dichiarato che EMUI è attualmente utilizzata da 500 milioni di utenti attivi al giorno.

Solo EMUI 10, una volta rilasciata, dovrebbe essere utilizzata da ben 150 milioni di utenti stabilendo nuovi record dalla nascita di questa interfaccia nel 2012.

Non poteva mancare anche un aggiornamento di tipo grafico per migliorarne e semplificarne l’utilizzo. Come da trend di mercato, sarà poi aggiunta la modalità “scura” (dark) così da ridurre l’affaticamento visivo e i consumi su smartphone con display AMOLED/OLED.

La sicurezza sarà implementata tramite un security system che sarà flessibile e si adatterà alle piattaforme e alle risorse disponibili. I dati saranno crittografati end-to-end e saranno scambiati solamente con dispositivi autorizzati.