NewsTecnologia

Google Foto si rinnova: migliorie per ”Ricordi”, privacy e molto altro

Gogole Foto è al centro del keynote di Google I/O 2021 introducendo novità non rivoluzionare ma assolutamente importanti e che riguardano il modo di utilizzare l’applicazione. Google decida davvero tanta importanza ai ”Ricordi” e lo fa cercando di porre le foto passare di persone care, screenshot, selfie per permettere facilmente di riscoprire momenti importanti della propria vita. In effetti, la maggior parte dei 4 trilioni di foto archiviate in Google Foto non vengono mai visualizzate. Per rendere più facile guardare al passato, ecco che Google ha pensato di utilizzare dando vita ai ricordi.

Ecco allora i cosiddetti “Nuovi Ricordi” ossia Google permetterà di guardare indietro nel passato negli anni più importanti, i momenti salienti recenti, momenti con i propri cari, le attività preferite e altro ancora. Utilizzando l’apprendimento automatico, ora sarò possibile andare oltre il rifacimento delle foto basate su temi per farlo sulla base di schemi visivi non così ovvi nelle proprie foto. A partire dalla fine dell’estate, quando Google troverà un set di tre o più foto che condividono elementi come forma o colore, l’intelligenza artificiale evidenzierà questi piccoli motivi nei ricordi.

Lo scorso dicembre Google ha lanciato le foto cinematografiche, che utilizzano l’apprendimento automatico per creare versioni 3D vivide delle foto. Facendo un ulteriore passo avanti, l’azienda utilizza la fotografia computazionale per dare vita a questi ricordi. Quando l’utente cerca di ottenere la foto perfetta, di solito lo fa realizzando lo stesso scatto due o tre volte: cercare di far sorridere tutti i figli e guardare la fotocamera allo stesso tempo è una sfida a dir poco impossibile. Utilizzando reti neurali per sintetizzare il movimento tra due foto quasi identiche e riempire gli spazi vuoti con nuovi fotogrammi, ecco che Google puà permettersi di creare immagini vivide e in movimento chiamate Momenti cinematografici.

In questo caso, i momenti cinematografici possono essere creati con qualsiasi coppia di immagini quasi identiche, sia che siano state catturate sull’ultimo smartphone o scansionate da un vecchio album fotografico. Creare questo effetto da zero richiederebbe ore agli animatori professionisti, ma con l’apprendimento automatico Google è in grado di crearlo automaticamente divertendo gli utenti.

Non tutti i ricordi meritano di essere rivisitati. Che si tratti di una rottura, di una perdita o di qualche altro momento difficile, gli utenti potrebbero non voler rivivere tutto. Ecco allora che in futuro Google Foto includerà già controlli per nascondere le foto di determinate persone o periodi di tempo che gli utenti non vorranno rivedere. Più tardi di quest’estate l’azienda renderà questi controlli più facili da trovare, così da poter scegliere cosa guardare indietro in pochi tocchi.

Ci sarà anche l’aggiunta di più controlli granulari per Ricordi nella griglia: a partire da oggi, sarà infatti possibile rinominare un momento saliente di un Viaggio o rimuoverlo completamente. E presto sarà possibile anche rimuovere una singola foto da un ricordo, rimuovere i ricordi del mese migliore e rinominare o rimuovere i ricordi in base ai momenti che si vuole festeggiare.

Locked Folder: Google sta anche introducendo la cartella bloccata, uno spazio protetto da passcode in cui sarà possibile salvare le foto separatamente, in modo che non vengano visualizzate mentre si scorre Google Foto o qualsiasi altra app sul proprio dispositivo. La cartella bloccata sarà disponibile per la prima volta su Google Pixel e arriverà su più dispositivi Android durante l’anno. E su Pixel, si avrà la possibilità di salvare foto e video direttamente nella cartella bloccata dalla fotocamera.