NewsTecnologia

God of War, la voce di Kratos: “Ragnarok è stato rinviato a causa mia”

Uno dei titoli più attesi dai giocatori PlayStation è senza dubbio God of War Ragnarok, sequel del pluripremiato reboot che, nel 2018, ha inaugurato la nuova avventura di Kratos. A interpretare il Dio della guerra nell’ultima opera di SIE Santa Monica Studio Christopher Judge. L’attore e doppiatore statunitense ha appena rilasciato alcune dichiarazioni inerenti al prossimo God of War: stando alle parole di Judge, il rinvio del gioco al 2022 è dovuto alle sue condizioni di salute.

Christopher Judge e l’intervento chirurgico subito nel 2019

Poche ore fa, i lettori di IGN US hanno decreato il miglior gioco di tutti i tempi: è proprio God of War (2018) a portarsi a casa l’ambito riconoscimento. Jeet Shroff, Engineering Lead di SIE Santa Monica, ha condiviso il tweet di IGN ringraziando l’intera community.

christopher judge

Anche Christopher Judge si è unito ai festeggiamenti, ricondividendo il post di Shroff per ringraziare i fan di God of War e omaggiare gli stessi sviluppatori: “Alla mia famiglia di GofW, non mi farò mai problemi a dirvi quanto vi amo. Continueremo a ridere, piangere ed essere grandiosi!”.

Un’ora dopo, in un’altra sequela di tweet, la voce di Kratos ha raccontato di aver subito un intervento chirurgico nell’agosto del 2019. L’operazione ha impedito a Judge di lavorare sul ‘set’ di God of War Ragnarok, costringendo l’intero team di sviluppo a una lunga attesa. Tutto questo ha portato, secondo Judge, al fatidico annuncio con cui Sony ha posticipato l’uscita del sequel.

“Devo essere sincero. […] All’amato fandom, Ragnarok è stato rinviato a causa mia. Nell’agosto 2019 non potevo camminare. Ho dovuto subire un’operazione alla schiena, la sostituzione di entrambe le anche e un intervento al ginocchio. (Gli sviluppatori) hanno anche aspettato la mia riabilitazione”, ha scritto Judge su Twitter, invitando i giocatori a essere clementi e a non criticarlo per il rinvio di Ragnarok. L’attore spiega che il team di SIE Santa Monica non ha voluto commentare il posticipo del gioco, né ha mai svelato il vero motivo di tale decisione.

In un post separato, Christpher Judge ha commentato un altro episodio che vede protagonista anche Cory Barlog, sceneggiatore e game director del primo reboot di God of War: “Al Tribeca Film Festival, Barlog mi ha detto che non avrebbe diretto il sequel”. Tanto era bastato per convincere Judge ad abbandonare il progetto di Ragnarok, salvo poi cambiare idea proprio grazie a Barlog. Ricordiamo, infatti, che è Eric Williams a dirigere i lavori del nuovo capitolo.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

“Per noi la cosa importante è essere in grado di avere ogni volta una prospettiva nuova, ma anche un paio di gambe nuove, poiché alla conclusione di un progetto del genere si arriva davvero esausti, quindi devi convincere qualcun altro a farlo. Come lui! (Eric Williams)”, così Cory Barlog commentava scherzosamente la nomina di Williams a game director di Ragnarok.

God of War Ragnarok sbarcherà su PlayStation 4 e PlayStation 5 nel corso del 2022.