NewsTecnologia

GNOME Control Center cambia design e diventa GNOME Settings

GNOME Control Center è l’applicazione creata per accedere alle principali impostazioni dell’ambiente desktop e il suo design è da tempo simile a quello dell’applicazione impostazioni presente su macOS. Con GNOME 3.26, il cui debutto è previsto per settembre, il software subirà un drastico cambiamento per assomigliare maggiormente all’applicazione Impostazioni di Windows. Non solo: il nome cambierà e diventerà GNOME Settings.

La nuova versione del software, come riportato da Phoronix, porterà con sé un layout a doppio pannello: sulla sinistra una lista di impostazioni, sulla destra i contenuti effettivi – similmente a quanto accade su Windows 10, quindi, con la differenza che non sembra essere presente una schermata generale con delle icone.


Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Nel complesso, questa modifica apparentemente semplice ha richiesto circa un anno e mezzo di lavoro da parte di 15 persone, con circa 30.000 linee di codice modificate o scritte da zero.

Il cambiamento era atteso da tempo e prosegue nella direzione intrapresa da qualche tempo dal progetto GNOME: molti piccoli aspetti dell’ambiente grafico stanno infatti subendo un processo di riprogettazione per ottenere un’esperienza più pulita e lineare. Sarà interessante capire se progetti collegati a GNOME, come Cinnamon, decideranno di seguire la stessa filosofia.