NewsTecnologia

Gli aggiornamenti sul viaggio del telescopio spaziale James Webb

Come ben sapranno gli appassionati di Scienza e Spazio, il 25 dicembre 2021 è stato lanciato con successo il telescopio spaziale James Webb che ora si sta dirigendo nella sua posizione finale orbitando attorno al secondo punto di Lagrange a 1,5 milioni di km dalla Terra. Le operazioni attualmente sono nominali e tutto sta procedendo come previsto.

jwst

Dopo la separazione dallo stadio superiore dell’Ariane 5, il pannello solare per l’alimentazione è stato rilasciato ed è stata eseguita la prima accensione dei motori (MCC-1a) iniziata 12,5 ore dopo il lancio. Infine è stata dispiegata l’antenna ad alto guadagno. La NASA, attraverso il suo amministratore associato Thomas Zurbuchen, ha fatto i complimenti a ESA e Arianespace per il lancio definito “quasi perfetto”. Grazie alla precisione della quale è stato capace il vettore, il JWST potrà risparmiare carburante evitando correzioni di traiettoria aggiuntive.

Zurbuchen ha scritto in un messaggio sui social “grazie per il lancio fluido e preciso, Arianespace . Sebbene potremo quantificare l’impatto esatto solo al completamento del dispiegamento e di tutti le accensioni dei motori, sappiamo che questa maggiore precisione ci ha aiutato a risparmiare carburante. Questo permetterà una missione più lunga per il telescopio Webb”.

Le ultime informazioni sul telescopio spaziale James Webb

Come scritto sopra, dopo la separazione dallo stadio superiore del razzo, il JWST ha rilasciato il suo pannello solare. Con la sorpresa di più di una persona questo è stato sganciato prima di quanto previsto. Non si è trattato però di un errore o di un malfunzionamento, anzi. La motivazione è proprio legata al lancio “perfetto” di Ariane 5, come dimostrato da Stéphane Israël (CEO di Arianespace) in un tweet.

Il rilascio del pannello solare del telescopio spaziale James Webb è stato comandato in base a una serie di parametri, come spiegato da un ingegnere. In particolare l’attivazione avviene basandosi sulle misurazioni della velocità angolare. Quando i sensori rilevano che i parametri sono idonei al rilascio, viene inviato un comando interno. L’anticipo rispetto alla timeline è dovuto alla “spinta gentile” data dallo stadio superiore dell’Ariane 5 che ha permesso di ridurre i movimenti in grado di danneggiare i pannelli.

telescopio spaziale webb gif

Una volta superato questo punto critico (senza, il telescopio non potrebbe funzionare), c’è stata poi l’apertura della sezione delle antenne alle 16:00 del 26 Dicembre (ora italiana). Qui troviamo un’antenna che consentirà di trasmettere 28,6 GB di dati scientifici due volte al giorno. A differenza dei rover marziani non sarà necessario un satellite che faccia “da ponte”. Saranno utilizzate le antenne del Deep Space Network per comunicare direttamente con il telescopio spaziale James Webb.

In queste ore il JWST sta attraversando l’orbita della Luna. Nonostante tutto non è effettivamente vicino al nostro satellite naturale ma ha già superato il perigeo lunare. La sua velocità relativa è di 1,25 km/s o 4500 km/h. La velocità non è estremamente elevata e l’attrazione gravitazionale terrestre lo sta attirando verso di sé, per questo a breve ci sarà la seconda accensione dei motori (MCC-1b) delle tre previste. Attualmente il suo viaggio verso il secondo punto di Lagrange è completo al 26% e nelle prossime ore sarà rilasciata una parte dello scudo solare inferiore.

Idee regalo,
perché perdere tempo e rischiare di sbagliare?

REGALA
UN BUONO AMAZON
!