NewsTecnologia

GameStop in ginocchio: vendita probabile

Dopo le indiscrezioni riportate dall’agenzia Reuters, GameStop ha confermato di essere in trattative per una “potenziale vendita”. Sebbene la nota catena di negozi di videogiochi sembra voler minimizzare la situazione e allontanare nel tempo il raggiungimento dell’accordo, altre fonti parlano di un interesse concreto da parte del fondo di private equity Sycamore Partners.

Ci sono stati diversi sconvolgimenti in GameStop negli ultimi mesi, a partire dalle dimissioni del CEO Michael Mauler nello scorso maggio. Mauler è rimasto in carica per soli tre mesi e ha detto di aver rinunciato alla carica per “motivi personali”. Il CEO ad interim adesso è Shane Kim, ex dirigente di Xbox. Nel 2017, inoltre, GameStop è stata costretta a chiudere 150 negozi a causa della riduzione delle vendite nel formato scatolato e in seguito alla notizia sulla violazione del database interno con le informazioni sulle carte di credito.

GameStop

GameStop nel recente periodo ha cercato di imbastire delle strategie di diversificazione, sconfinando nei settori tablet e action figure, tra gli altri. Ha cercato di spingere sul mercato dell’usato, ma sembra che queste misure non siano state sufficienti in un momento storico in cui la maggior parte dei giocatori acquista le nuove console su Amazon e preferisce i contenuti digitali a quelli nel tradizionale formato fisico.

Una vendita potrebbe consentire a GameStop di disporre delle risorse per riorganizzarsi e adattarsi alle abitudini moderne.