NewsTecnologia

Furto dati ho.mobile: seriale delle SIM rigenerato in automatico, non serve andare in negozio

ho.mobile, l’operatore virtuale di Vodafone vittima di un importante furto di dati (tutti i dettagli in questo articolo), ha annunciato che “per incrementare ulteriormente la sicurezza abbiamo rigenerato il codice seriale della SIM a tutti i clienti ho.mobile coinvolti, che abbiamo informato via SMS. Il cliente non deve fare alcuna azione. Il nuovo codice sostituisce quello stampato sulla SIM, oggetto dell’attività illecita, che dunque non avrà più alcun valore”.

Non è più quindi necessario sostituire la SIM recandosi personalmente nei punti vendita autorizzati (peraltro in molti negozi le nuove SIM erano andate rapidamente esaurite). L’operatore sta quindi rigenerando il codice ICCID (il seriale a 19 cifre stampato sulla scheda) delle SIM coinvolte per scongiurare potenziali pericoli come il cosiddetto SIM SWAP, ossia l’intestazione da parte dei malviventi, tramite negozianti compiacenti, della SIM ad altre persone per attività illecite.

Il nuovo codice sostituisce quello stampato sulla SIM, che diventa così obsoleto, e serve in caso di cambio operatore: chi non ha ricevuto l’SMS non è stato coinvolto nel furto di dati né dal cambio di codice. Per ulteriori informazioni potete tenere sott’occhio questa pagina sul sito dell’operatore.

Ricordiamo che i dati trafugati sono quelli anagrafici degli intestatari delle SIM – nome, cognome, numero di telefono, codice fiscale, e-mail, data e luogo di nascita, nazionalità, indirizzo – e i dati tecnici delle SIM. Purtroppo non è da escludere che il numero di telefono e l’email, in particolare, vengano usati dai malintenzionati per phishing o truffe di vario genere.