NewsTecnologia

Facebook, piccolo passo nella lotta alle armi da fuoco

Nel corso dei prossimi giorni Facebook impedirà che le inserzioni pubblicitarie relative a riviste ed accessori per armi da fuoco possano essere visualizzate da persone minorenni. La decisione viene presa nel bel mezzo di una rinnovata attenzione verso le violenze armate negli Stati Uniti, dopo i recenti avvenimenti nelle scuole di Santa Fe e Parkland dove quasi 30 persone hanno perso la vita per mano di folli armati.

Un portavoce della società precisa che le pubblicità relative alle armi da fuoco sono già state vietate, ma gli inserzionisti possono comunque creare campagne per promuovere accessori come mirini, custodie, fondine, vernici o torce. Facebook non andrà a vietare le inserzioni per questi prodotti, ma richiederà agli inserzionisti di restringere l’audience di riferimento al momento della creazione della campagna così da escludere tutte le persone al di sotto dei 18 anni.

L’elenco delle norme di advertising che Facebook impone agli inserzionisti attualmente non include le restrizioni sulla base dell’età, ma sarà modificato quando la nuova regola entrerà in vigore il prossimo 21 giugno.