NewsTecnologia

Enel X: quanto costa occupare le colonnine oltre il termine della ricarica

Senza gli investimenti di Enel X non ci sarebbero in Italia i presupposti per la transizione alla mobilità elettrica. La società del Gruppo Enel punta a installare fino 28.000 punti di ricarica sul solo territorio italiano entro il 2022 confermando l’impegno dell’azienda ad investire maggiormente nel nostro paese.

Adesso annuncia nuove modalità per disincentivare l’impiego delle colonnine quando non strettamente necessario, adeguandosi alle recenti modifiche introdotte al Codice della strada in materia di sosta dei veicoli. A partire dal 2 novembre, infatti, il Codice della strada prevede delle penalità per le soste superiori all’ora. Tale limite temporale non trova applicazione dalle ore 23 alle ore 7, ad eccezione dei punti di ricarica di potenza elevata.

Enel X

I costi aggiuntivi se si occupa la colonnina per la ricarica delle auto elettriche per più di un’ora

  • per le Prese AC (Tipo2 e Tipo3a) con potenza fino a 22 kW l’addebito è di 0,09 €/min dal lunedì alla domenica, festivi inclusi, dalle ore 7:00 alle ore 23:00;
  • per le Prese AC (Tipo2 e Tipo3a) fino a 43 kW, è previsto l’addebito di 0,09 €/min dal lunedì alla domenica, festivi inclusi, dalle ore 00:00 alle ore 24:00
  • per le Prese DC (CHAdeMO e CCS Combo 2) fino a 50 kW addebito di 0,18 €/min dal lunedì alla domenica, festivi inclusi, dalle ore 00:00 alle ore 24:00
  • per le Stazioni HPC (CHAdeMO e CCS Combo 2) fino a 350 kW’addebito di 0,18 €/min dal lunedì alla domenica, festivi inclusi, dalle ore 00:00 alle ore 24:00

Altre informazioni sulla distribuzione delle colonnine Enel X