NewsTecnologia

Disney+ ha guadagnato 70 milioni di abbonati in un anno, ma la crescita frena

Disney ha chiuso il secondo trimestre fiscale con un numero di abbonati a Disney+ inferiore alle attese. Il servizio di streaming ha raccolto 103,6 milioni di abbonati, un valore inferiore rispetto a 109 milioni stimati dagli analisti ma comunque in crescita di circa 70 milioni se pensiamo che l’anno scorso i clienti paganti erano 33,5 milioni. Dall’inizio dell’anno Disney ha guadagnato 8,7 milioni di nuovi abbonamenti, un rallentamento rispetto ai trimestri precedenti.

Ciononostante, l’azienda si aspetta di raggiungere il traguardo di 230-260 milioni di abbonati a Disney+ entro il 2024. “I numeri di questo trimestre sono esattamente come li avevamo previsti internamente, quindi nessuna delusione”, ha commentato il CEO Bob Chapek. Netflix è però ancora lontana con 208 milioni di abbonati.

Il fatturato medio mensile per utente è sceso del 29% su base annua a 3,99 dollari, un calo che l’azienda ha attribuito al lancio di Disney+ Hotstar in India e Indonesia che ha un abbonamento medio più basso per utente pagante rispetto all’offerta Disney+ in altri mercati. Escludendo Hostar, il ricavo per utente pagante si sarebbe attestato a 5,61 dollari per utente. In Italia bisogna ricordare l’arrivo a febbraio di Star che ha portato il costo mensile 8,99 euro al mese.

Nel complesso, Disney ha raggiunto 159 milioni di abbonati totali tra i diversi servizi streaming che possiede (oltre a Disney+, anche Hulu e ESPN Plus), per un fatturato legato allo streaming cresciuto del 59% a 4 miliardi, un dato che ha permesso di compensare le perdite in altri settori sofferte a causa della pandemia, come ad esempio quello dei parchi tematici che ha ravvisato un calo del 44% a 3,2 miliardi. La società ha affermato che l’epidemia è costata a questa divisione circa 1,2 miliardi di dollari di perdite per quanto riguarda l’utile operativo durante l’ultimo trimestre.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Disney ha confermato inoltre che le prossime uscite di Free Guy – Eroe per gioco e Shang-Chi e La Leggenda dei Dieci Anelli saranno i primi due film a debuttare esclusivamente nelle sale (rispettivamente il 13 agosto e il 3 settembre). Tuttavia, quando arriveranno nei cinema, lo faranno per un periodo di tempo molto più breve del solito, solo 45 giorni di esclusività anziché i tradizionali 90 giorni.