NewsTecnologia

Cyberpunk 2077 entra in fase Gold: stop ai rinvii, uscirà a novembre

È fatta: l’uscita di Cyberpunk 2077 non verrà più rinviata. L’agognato gioco di ruolo di CD Projekt RED è ufficialmente entrato nella fase Gold, il che significa che il gioco è pronto ed è stato appena inviato per la certificazione e la successiva pubblicazione su disco.

È un’ottima notizia per i fan in trepida attesa, che dal prossimo 19 novembre potranno finalmente vestire i panni di V ed esplorare la futuristica Night City.

Cyberpunk 2077 è Gold: ormai manca poco al debutto!

Come recita l’entusiasmante tweet di CD Projekt RED, “Cyberpunk 2077 è ora gold! Ci vediamo a Night City il 19 novembre!”. Non potevamo sperare in una notizia migliore, dopotutto parliamo di uno dei giochi più attesi dell’anno e, soprattutto, di un titolo che ha già visto due diversi rinvii – il lancio era inizialmente previsto per il 16 aprile 2020.

L’immagine condivisa su Twitter dal producer ritrae Johnny Silverhand, uno dei personaggi-chiave della campagna di Cyberpunk 2077, interpretato dall’attore canadese Keanu Reeves – noto per le sue interpretazioni in Matrix e John Wick.

Con l’ingresso nella fase Gold, la versione finale del gioco è stata inviata al publisher incaricato della stampa e della distribuzione; sarà Bandai Namco a distribuire il GdR in Europa, mentre WB Games si occuperà del mercato nordamericano. I ragazzi di CD Projekt RED approfitteranno di questo mese per il consueto polishing del gioco, ripulendolo dai bug e dalle eventuali imperfezioni: aspettiamoci la solita patch del day one.

A proposito dello sviluppo, abbiamo visto come lo stesso team di CD Projekt abbia affrontato un periodo piuttosto difficile, cedendo al cosiddetto ‘crunch’ per accelerare la produzione di questo RPG. La notizia era stata diffusa da Bloomberg e poi confermata poche ore dopo dallo stesso Adam Badowski, capo dello studio polacco.

Ricordiamo che Cyberpunk 2077 sarà disponibile dal 19 novembre 2020 su PC, PlayStation 4 e Xbox One. Al lancio delle console next-gen, il gioco sarà retrocompatibile sia con PlayStation 5 che con Xbox Series X, ma non sarà ancora in grado di sfruttare a pieno il nuovo hardware: se ne parlerà nel 2021, quando avremo una versione pienamente compatibile.