NewsTecnologia

CES 2020: uno dei premi più prestigiosi della fiera potrebbe andare ad un ”sex toy”. E’ polemica

Dal prossimo 7 gennaio 2020 partirà, come anno, il CES di Las Vegas: una delle fiere tecnologiche più importanti dell’anno assieme al MWC di Barcellona e ad IFA di Berlino. Un appuntamento a cui tutti i maggiori brand non mancano e dove gli stessi presentano le novità tecnologiche da proporre poi durante l’anno in corso. Sul CES 2020 sembra aleggiare però una certa polemica per la candidatura e la possibilità di assegnazione di vincita di uno dei prestigiosi premi della kermesse ad un vero e proprio “sex toy” ossia un gadget capace di rendere piacevoli le giornate degli utenti tramite un’applicazione sviluppata appositamente.

Il “giocattolo” in questione avrebbe suscitato l’entusiasmo di molti giurati del CES 2020 ma anche della stampa per la genialità dell’applicazione che permette il controllo completo del “sex toy” tramite lo smartphone. Il giocattolo del sesso controllato tramite applicazione è finalista del premio Last Gadget Standing proprio al CES 2020 e come riporta il Las Vegas Review-Journal, il dispositivo creato dalla startup californiana Lioness, è stato selezionato dai giurati dopo un confronto con altri device del genere.

Sex Toys: per la prima volta candidati al CES di Las Vegas

In questo caso è la prima volta che prodotti di tecnologia del sesso possono partecipare ad un premio così ambito come quello del Last Gadget Standing del CES 2020 di Las Vegas chiaramente nella categoria “Benessere e Salute”. Proprio per questo è scoppiata già la polemica soprattutto per il fatto che già lo scorso anno gli organizzatori della fiera tech avevano deciso di selezionare un gadget del genere, un massaggiatore personale per donne, per la conquista di un premio. Il gadget invece era stato tenuto al di fuori della premiazione perché reputato “immorale, osceno, indecente, profano e non conforme all’immagine del CTA” dalla Consumer Technology Association che si era presa anche la denuncia “sessista” da parte di alcune organizzazioni femminili.

Il “sex toys” della Lioness invece è stato ammesso alla fase finale e in molti scommettono sulla sua vittoria nel concorso al CES 2020. Al momento purtroppo nessuna comunicazione giunge sul funzionamento effettivo del device e soprattutto il motivo di tanto entusiasmo da parte dei giurati. Non rimane che attendere il CES 2020 che ricordiamo prenderà il via dal prossimo 7 gennaio direttamente a Las Vegas dove anche Hardware Upgrade parteciperà permettendo una completa copertura delle novità dalla fiera tech.