Bloccati gli ordini di Sony A7C e A6600, fine della produzione per A7 II e A6100

Alla fine di novembre, il produttore nipponico aveva annunciato la sospensione degli ordini per alcuni suoi modelli: la motivazione era la mancanza di chip per via della nota problematica produttiva che sta affliggendo molti settori. In questi giorni le cose non sono migliorate e a farne le spese sono Sony A7C, Sony A6600, Sony A7 II e Sony A6100.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Come sappiamo, questa problematica sta colpendo diverse aziende a livello globale comprese le case automobilistiche, i produttori di oggetti di elettronica e ovviamente anche i produttori di fotocamere. Non solo Sony ne è stata colpita ma anche Canon ha dovuto rivedere (in peggio) le stime delle consegne della sua nuova EOS R3. Un problema che dovrebbe perdurare alcuni mesi, ma con ben poche certezze all’orizzonte.

Sony A7C e Sony A6600: bloccati gli ordini per mancanza di chip

A riportare il cambio di strategia per gli ordini è stata Sony Giappone con un comunicato rilasciato pochi giorni fa. La situazione è cambiata rispetto al mese scorso coinvolgendo più modelli. Questo ha portato il produttore a modificare la propria strategia per cercare di soddisfare il maggior numero di clienti. Sul sito del produttore si legge che “per quanto riguarda i prodotti di imaging digitale, l’approvvigionamento delle parti è ritardato a causa degli effetti della carenza globale di semiconduttori”.

sony a7c

Se a Novembre c’era stata la sospensione degli ordini per Sony A7 II e Sony A6100 (oltre che per A6400) ora questi due modelli sono stati dichiarati fuori produzione. Questo da un lato permette di risparmiare chip per altre fotocamere, dall’altro razionalizza il portafoglio prodotti di Sony lasciando modelli più recenti e appetibili.

sony a7c

Sony A7C e Sony A6600 sono andate invece incontro alla sospensione degli ordini. La prima è una fotocamera presentata a Settembre 2020 ed è quindi piuttosto recente. La seconda è arrivata un anno prima (nel 2019) e permette di soddisfare le esigenze di chi non vuole una full-frame. Essendo da poco sul mercato avrebbe avuto poco senso metterle “fuori produzione”, per questa è stata scelta la strategia della sospensione degli ordini.

Idee regalo,
perché perdere tempo e rischiare di sbagliare?

REGALA
UN BUONO AMAZON
!