NewsTecnologia

Blackmagic Ursa Mini Pro 12K, filmati 12K RAW 12 bit a 60p

La nuova Canon R5 ha certamente alzato l’asticella nel campo delle riprese video, con la sua capacità, inedita per una mirrorless, di registrare filmati 8K. In attesa di vedere svelata tra una settimana la nuova Sony A7 S III, ci sono interessanti movimenti nel campo delle cineprese digitali cinematografiche.

In questo settore Blackmagic, con le sue URSA, è uno dei nomi più scelti dalle grandi produzioni e con la sua nuovo proposta punta a consolidare ulteriormente la sua posizione.

Ursa Mini Pro 12K è la nuova proposta di Blackmagic Design. Il cuore è un sensore da 80 megapixel di nuovo design, per il quale Blackmagic ha speso quasi 4 anni di sviluppo. Adotta un diverso filtro colore, con un uguale numero di pixel rossi, verdi e blu, a differenza del classico filtro Bayer che vede la presenza di doppi pixel verdi.

La videocamera è capce di registrare in risoluzione nativa 12K a 12,288×6,480 pixel con 14 stop di gamma dinamica (800 ISO nativi) sfruttando tutta la superficie del sensore Super 35 in formato Blackmagic RAW a 12 bit. Il 12K è registrabile a 60 fps, ma la cinepresa permette anche di salire a 110 fps in 8K e 4K sempre sfruttando l’intera superficie del sensore. In formato ridotto Super 16, equivalente al Micro Quattro Terzi fotografico, è possibile riprendere a 120 fps in 6K e 220 fps in 4K.

Si tratta di una cinepresa pensata per i set professionali, con grandi doti di espandibilità e con grande flessibiltà operativa. Offre baionetta PL intercambiabile che permette di alternare obiettivi PL, EF e F. Offre inoltre filtri ND integrati. Oltre all’uscita video 1 x 12G-SDI, un punto molto interessante è rappresentato dal doppio slot per schede CFast e SD UHS II, per registrare in RAW su due schede contemporaneamente, ovvero filmare in 12K o 8K sulle CFast o UHS II. Troviamo poi porta di espansione USB‑C SuperSpeed 3.1 Gen 2 a 10 Gb/s per sistemi di memorizzazione esterna SATA e NVMe. URSA Mini Pro 12K è quindi in grado di registrare contemporaneamente su entrambe le CFast fino a 900MB/s o su entrambe le SD UHS II fino a 500MB/s. La porta di espansione USB-C SuperSpeed sul retro offre una terza opzione per registrare sulle unità flash USB-C fino a 900MB/s. Il codec Blackmagic RAW è ottimizzato per Metal, CUDA e OpenCL e promette di essere utilizzato in post produzione anche su dispositivi di più limitata capacità, come i laptop.

A livello audio troviamo doppio ingresso XLR con supporto all’alimentazione phantom, oltre al microfono stereo integrato e 1 jack da 3,5mm per le cuffie. Blackmagic URSA Mini Pro 12K sarà disponibile da luglio 2020 dai rivenditori Blackmagic Design in tutto il mondo al prezzo di listino di €9.255. Blackmagic ha annunciato anche i nuovi Video Assist 3G e UltraStudio Monitor/UltraStudio Recorder 3G.