AUO lavora su un monitor a 540 Hz, ma la 3090 Ti non basta

Stando a quanto apparso sul portale MyDrivers, AUO, produttore taiwanese impegnato nella realizzazione di pannelli LCD e OLED, ha annunciato oggi lo sviluppo di un monitor dedicato al settore e-Sport. Nulla di nuovo, se non fosse che il nuovo pannello raggiunge una mostruosa frequenza di aggiornamento di 540 Hz.

Il mondo degli e-Sport in effetti ha già visto dispositivi con frequenze di aggiornamento ragguardevoli, che attualmente propongono i 360 Hz come massimale. Tuttavia, l’espandersi del settore ha fatto sì che molti produttori si concentrassero sempre più sul refresh rate piuttosto che su altri aspetti dei propri pannelli quando si approcciano al settore gaming.

In questo modo l’elevata frequenza di aggiornamento è diventata uno standard per la quasi totalità dei monitor da gioco, quantomeno in mancanza di una risoluzione estrema. La stessa Asus ha annunciato lo sviluppo in collaborazione con NVIDIA di un nuovo monitor, sempre dedicato al settore degli e-Sport, con una frequenza massima di aggiornamento pari a 500 Hz.

Sembra però che AUO voglia andare oltre, seppur è lecito pensare che la soluzione in sviluppo abbia una frequenza pari alla proposta di Asus e sia stata semplicemente overclockata. Sta di fatto che ci troviamo di fronte a velocità mai viste che, almeno allo stato attuale, fanno sorgere qualche dubbio sulla reale utilità.

Dati alla mano, infatti, la scheda video più potente per gli e-Sport è la GeForce RTX 3090 Ti, dal costo non proprio accessibile. Questa, tuttavia, riesce a produrre fino a 350 frame al secondo quando abbinata ad un Core i9-12900K di Intel e 32GB di memoria RAM DDR5. Ben al di sotto, insomma, delle frequenze appena citate, il che rende sostanzialmente impossibile sfruttare a pieno i nuovi monitor.

Va comunque premesso che si tratta di soluzioni ancora in fase di sviluppo, ragione per cui l’arrivo sul mercato non è imminente. I nuovi display, quindi, potrebbero arrivare entro la fine dell’anno, ma con tutta probabilità saranno proposti direttamente alla fine del prossimo o all’inizio di quello successivo, in seguito al lancio delle nuove schede video Radeon e GeForce. Tuttavia, non è neanche da escludere che la prossima generazione di GPU prevista per fine 2022 possa abbattere il limite dei 350 fps, seppur sarebbe da valutare con quali compromessi.

Naturalmente non si è ancora accennato ai prezzi, ma considerando il tipo di offerta senza dubbio saranno tutt’altro che accessibili. Va sottolineato però che AUO ha già annunciato lo sviluppo di un monitor 4K a 240Hz che si proporrà come alternativa più economica al nuovo Odissey G8 Neo di Samsung, attualmente proposto a 1500 dollari negli Stati Uniti. Con questa premessa, AUO potrebbe decidere di sfidare Asus e gli altri costruttori sul terreno dei prezzi.