NewsTecnologia

Asus aumenta i prezzi di schede video e motherboard: ecco i motivi

Asus ha annunciato un aumento del prezzo di listino di schede video e motherboard. L’azienda l’ha comunicato nel gruppo Facebook ASUS PC DIY, con una comunicazione del Technical Product Marketing Manager Juan Jose che lascia poco spazio a interpretazioni. Va precisato tuttavia che al momento va inteso come una comunicazione che riguarda in particolare gli Stati Uniti: ancora non sappiamo se il rincaro si rifletterà sul nostro mercato e in che misura.

“Aggiornamento riguardo il prezzo di listino (MSRP) per i componenti Asus nel 2021.

Questo aggiornamento si applica alle schede video e alle motherboard*.

Abbiamo un annuncio riguardo a cambiamenti del prezzo MSRP che sono effettivi all’inizio del 2021 per la nostra serie di schede video e motherboard. Il nostro nuovo MSRP riflette gli incrementi di costo per i componenti, i costi operativi, le attività di logistica e il perpetrarsi delle tariffe di importazione. Abbiamo lavorato attentamente con i nostri fornitori e partner logistici per minimizzare gli incrementi di prezzo.

*ulteriori modelli potrebbero subire un incremento mentre ci addentriamo nel Q1″.

È chiaro che i problemi di Asus non sono solo suoi, ma anche gli altri produttori stanno vivendo le medesime difficoltà. La carenza di componenti per l’assemblaggio dei prodotti finali porta a un aumento dei costi e non bisogna dimenticare che la pandemia di COVID è ancora forte in diverse parti del mondo e questo potrebbe creare problemi in termini di spedizioni e logistica.

Questi aumenti si inseriscono in una situazione di mercato delle schede video in cui i nuovi modelli sono praticamente introvabili e venduti a prezzi folli, ben oltre i listini, ma il fatto che Asus citi anche le motherboard depone a sfavore dei listini delle nuove motherboard della serie 500 per le CPU Intel Rocket Lake in arrivo e le soluzioni AMD serie 500, le più indicate per le CPU Ryzen di ultima generazione.