NewsTecnologia

Apple Silicon non è in vendita, e ci permetterà di fare cose mai viste: parola di Tim Cook

Durante la conference call con gli analisti di Wall Street, a margine della presentazione dei risultati trimestrali, Tim Cook ha dovuto rispondere ad alcune domande incentrate sui nuovi processori Apple Silicon, annunciati lo scorso mese e attesi per il debutto in un sistema Mac entro la fine dell’anno.

In particolare Cook ha sottolineato che Apple non ha intenzione di vendere a terzi la sua tecnologia, tuttavia senza prendere una posizione esplicita e categorica e limitandosi a commentare “Non voglio fare una dichiarazione per sempre, ma noi siamo una compagnia di prodotti e amiamo farli dall’inizio alla fine”.

Alla domanda diretta se vi siano mire di monetizzare la tecnologia e diventare un “commerciante di silicio”, Cook ha colto l’occasione per approfondire il motivo che ha spinto la Mela ad allontanarsi da Intel e ad intraprendere lo sviluppo diretto dei propri processori. “Se in quel modo riusciamo a fare nostra l’esperienza dell’utente, il nostro obiettivo è quello di appagarlo. E’ il motivo per cui stiamo realizzando Apple Silicon, perché ci permette di immaginare alcuni prodotti che altrimenti non potremmo realizzare. E’ in questo modo che lo consideriamo” ha spiegato Cook.

“Quello che voremmo fare è un’architettura comune a tutti i nostri prodotti che ci permette di compiere qualcosa di interessante” ha poi sottolineato Cook illustrando in generale i benefici che la Mela intende conseguire con il passaggio ad Apple Silicon. “Innesca un altro percorso di innovazione, e quindi non voglio anticipare molto a riguardo, a parte il fatto che ne siamo estremamente entusiasti” ha concluso il CEO di Apple.