Apple: AirPods Pro di seconda generazione, tanti cambiamenti sotto la pelle

Quando c’è un evento di Apple, il Mondo (tecnologico) si ferma per vedere cosa avranno pensato a Cupertino. Nella serata di oggi la società statunitense ha presentato diverse novità, anticipate dai rumors degli scorsi mesi. Ovviamente l’attenzione massima era sulla nuova generazione di iPhone ma anche sui nuovi smartwatch Watch. Ma non è mancato il tempo per vedere l’evoluzione dei suoi auricolari: ecco i nuovi AirPods Pro di seconda generazione.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Il produttore ha pensato di aggiornare le caratteristiche dei suoi auricolari con cancellazione attiva del rumore ambientale che rappresentano la massima ricerca tecnologica in questo settore (per Apple). Sono passati ormai anni dalla prima generazione, annunciata nella seconda metà del 2019, e questo significa aver potuto lavorare per diverso tempo per dare un prodotto ancora più maturo e in linea con lo spirito di Cupertino di dare il meglio ai propri utenti (certo, con relativo prezzo da pagare). Ecco le caratteristiche e le informazioni dei nuovi AirPods Pro di seconda generazione.

airpods

Le caratteristiche dei nuovi AirPods Pro di seconda generazione

Durante la presentazione dei nuovi auricolari con soppressione attiva del rumore si è parlato delle diverse caratteristiche che sono cambiate e migliorate con questa generazione. Il design esteriore è rimasto simile (ma non uguale) ma molto è cambiato sotto pelle così da dare agli utenti nuove funzionalità e miglioramenti in diversi comparti. Come ci si aspetta da Apple.

airpods

I nuovi AirPods Pro di seconda generazione utilizzano il chip H2 per la gestione dell’audio. C’è quindi una migliore qualità di ascolto in tutte le condizioni (dalla musica, alle chiamate) ma anche un risparmio energetico e quindi una maggiore autonomia. Apple ha lavorato per permettere una migliore adattabilità alle diverse tipologie di padiglioni auricolari e canali auricolari. Non solo è possibile cambiare la parte terminale ma, grazie a iPhone, fare una scansione della parte laterale della testa perché il suono venga adattato alle specifiche caratteristiche dell’utente.

airpods

Altra novità riguarda la zona dove si trovano i controlli. Ora non si tratta più solo di pulsanti con funzioni basilari. Ora c’è l’aggiunta la sensibilità allo scorrimento delle dita per la regolazione del volume. Le varie modalità di ascolto permettono di isolarsi completamente dall’ambiente circostante con la cancellazione attiva del rumore ambientale (migliorata di due volte rispetto alle precedenti) oppure scegliere una “via di mezzo” togliendo i rumori più forti e fastidiosi. Il tutto è estremamente rapido nell’adattarsi alle condizioni esterne grazie alla velocità di processazione.

airpods

Con gli AirPods Pro di seconda generazione, Apple ha anche introdotto la nuova custodia che, come sempre, protegge gli auricolari e li ricarica. Questa ha una piccola cassa che consente di emettere suoni per ritrovarla più semplicemente (mentre su iPhone viene mostrata la direzione). C’è poi la possibilità di utilizzare un cordino così da ridurre ulteriormente le possibilità di smarrirla.

airpods

Per quanto riguarda l’autonomia, i soli auricolari arrivano fino a 6 ore di ascolto continuo (la prima generazione arrivava a 4,5 ore) mentre con la custodia si toccano le 30 ore. La ricarica può avvenire tramite cavo Lightning oppure con un caricatore con supporto allo standard Qi o MagSafe. I nuovi AirPods Pro di seconda generazione saranno ordinabili dal 9 settembre con disponibilità effettiva dal 23 settembre a un prezzo di 299€ (per l’Italia).

Idee regalo,
perché perdere tempo e rischiare di sbagliare?

REGALA
UN BUONO AMAZON
!