NewsTecnologia

Anche OnePlus abbandona il jack audio da 3,5 mm, e presenta i nuovi Bullets USB-C

OnePlus è stata una delle società che più hanno sostenuto il jack audio da 3,5mm su smartphone, tuttavia Carl Pei ha dichiarato di recente che il prossimo smartphone non avrà alcun jack. La riflessione è stata fatta durante un’intervista con TechRadar: “È una decisione molto controversa. Non lo facciamo perché tutti gli altri lo stanno facendo. Crediamo che adesso sia il momento giusto, visto che darà vantaggi alla maggior parte dei nostri utenti riducendo al minimo i compromessi”.

Fra i vantaggi descritti da Pei abbiamo ad esempio miglioramenti nella durata della batteria e “altra tecnologia aggiuntiva”. Il CEO e co-fondatore dell’azienda non ha dato dettagli specifici sulle novità, ma sappiamo già che il prossimo OnePlus 6T avrà un sensore d’impronte sotto vetro dal più facile accesso rispetto al sensore posteriore degli ultimi OnePlus. A differenza dei nuovi iPhone, il nuovo OnePlus 6T avrà un adattatore USB-C-3.5mm nella dotazione originale.

Interessante anche che in concomitanza del lancio del nuovo modello la compagnia proporrà i nuovi OnePlus Type-C Bullets, ovvero una nuova versione degli auricolari proprietari con connettore USB Type-C al posto del tradizionale jack audio da 3,5mm. La nuova variante verrà proposta allo stesso prezzo degli attuali V2, quindi 19,95€, e dovrebbe offrire a detta della compagnia una qualità audio superiore. Il design sarà lo stesso della precedente versione, quindi con finiture metalliche.

Gli auricolari utilizzeranno un “DAC professionale di fascia alta” prodotto da Cirrus Logic, e dovrebbero offrire una gamma dinamica più ampia e un rapporto segnale/rumore più elevato rispetto al modello precedente con connettore da 3,5mm. Il cambiamento radicale nella filosofia di OnePlus è dettato anche dalle mode del momento: secondo Pei il 59% degli utenti OnePlus è già passato a soluzioni Bluetooth per l’ascolto in cuffia, ed è quindi arrivato il momento di andare avanti.

Certo, per gli altri ci sarà sempre la scomodità di dover utilizzare un adattatore o, ancora peggio, non poter caricare lo smartphone durante l’ascolto in cuffia via cavo. Ma, a quento pare, è lo scotto da pagare per godere delle ultime tecnologie.